Campobasso, Polizia di Stato: 21enne rumeno ai domiciliari per rapina a mano armata

 

Nel pomeriggio di ieri 20 luglio, personale della Polizia di Stato di Campobasso ha eseguito nei confronti di un giovane 21enne rumeno residente nel capoluogo, la misura cautelare degli arresti domiciliari. Detta misura è stata emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Campobasso, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il soggetto, disoccupato e con problemi di tossicodipendenza, nella tarda serata del 12 dicembre 2019, approfittando di un momento di scarsa affluenza di clienti, aveva fatto irruzione armato di un coltello e con il volto coperto da un passamontagna presso un esercizio commerciale ubicato nel capoluogo molisano e, minacciando la proprietaria, si era fatto consegnare l’intero incasso.

Il modus operandi dell’autore del reato aveva, sin da subito, indirizzato le indagini negli ambienti della tossicodipendenza locale.

L’attività investigativa, posta in essere da personale della Squadra Mobile, articolatasi in una puntuale ricerca di riscontri, ha permesso di individuare il giovane quale autore della rapina aggravata e il recupero dei capi d’abbigliamento utilizzati dallo stesso per compiere il reato, dei quali aveva tentato di disfarsi abbandonandoli in una zona verde della città.