Il 9 agosto riapre la tratta ferroviaria Campobasso-Termoli

Una notizia che la si aspettava da anni. Finalmente una boccata d’ossigeno per i martoriati trasporti molisani. << Il 9 agosto sarà un gran giorno>> urlano dalle Ferrovie dello Stato. “ Un urlo che avrà vita lunga? “,  ci si chiede dopo le innumerevoli disfunzioni del sistema ferroviario Molisano a cui abbiamo dovuto assistere negli ultimi 30 anni. Per adesso, come s쳭e solo in Molise, le aperture sono a giorni e non per sempre. Solo 4 corse a settimana ma, il treno per molti “ Va “. Gioiamo per questo, godiamoci il nostro transcollinare per arrivare al mare in tutta calma e, forse un giorno saremo felici di essere ancora Molisani.

Un sistema allo sfascio che vede catapultare su strade pullman semivuoti a causa del Covid 19. Un arrembante ritorno ad ingorghi, a semafori inspiegabili in estate, fremiti di sconforto, urlo di freni roventi che si intersecano a frizioni e cambi bruciati dalla monotonia di un sistema viario che rende il Molise “ distanziato dal Mondo esterno “. Un bene? Mah! A sentir “Isnart” il Molise ha avuto un incremento di turisti ma, gli alberghi son vuoti e gli stabilimenti balneari sono senza “ sombreros in siesta “. Chissà se dal male possa tornare “ Bene “ !  La riattivazione della linea sarà sicuramente sulle note del “ Cantiamo, cantiamo, cantiamo “, ci saranno sfilate come alla prima comunione di un settantenne, si stapperanno bottiglie di acqua minerale gassata e sorrisi senza eguali. Speriamo che tutto non finisca già a settembre, visto che già sappiamo che l’apertura è a tempo, e che l’autunno non ci riporti in….. Molise!