Peculato. Il notaio Puzone va in carcere, aveva trattenuto 800mila euro dai suoi clienti

Oggi, venerdì 31 luglio, il notaio Fiorita Puzone, condannata con sentenza definitiva per peculato, si è consegnata volontariamente all'Autorità Giudiziaria per l'espiazione della pena. A seguito delle formalità di rito, sarà accompagnata, nelle prossime ore dai militari del Comando, presso il carcere femminile di Benevento.  Al notaio Puzone, è stato riconosciuto dal giudice di aver trattenuto circa 800mila euro somme, che le furono consegnate da alcuni cittadini e che la  Puzone doveva versare al Fisco, ma che si è tenuta per se. La vicenda risale al 2010.