Numerosi gli incendi in basso Molise: l'ultimo oggi pomeriggio

Diversi gli incendi che sono scoppiati nel territorio del basso Molise, durante la serata di ieri e la giornata odierna. Il primo, forse il più grande, nella serata di ieri, lunedì 3 agosto, sulla Bifernina: le fiamme si sono propagate fino alle 7 di questa mattina, costringendo il personale dell’Anas e i Carabinieri a chiudere un tratto della Statale 647. Le cause del brusco incendio sono ancora da stabilire; sicuramente, a contribuire, il forte vento di ieri sera, ma è probabile che alla base dell’incendio ci sia anche la mano dell’uomo.

Il secondo incendio si è sviluppato all’altezza della foce del fiume Trigno, in seguito al quale è stata chiusa l’A14 nel tratto compreso tra Montenero e Termoli. Anche in questo caso sono entrati in azione i Vigili del Fuoco, insieme al personale dell’Anas e alla Polizia Autostradale. Traffico rallentato, invece, sulla Statale 87 al km 210 nei pressi del fiume Cigno dove sono andati a fuoco diversi canali per un incendio fortunatamente di piccola entità e dove il traffico è stato rallentato.

Nel corso della notte, un terzo incendio ha costretto la sospensione della circolazione dei treni lungo la linea Pescara-Termoli che è stata sospesa dalle 3.45 alle 7.40 di questa mattina. Cinque i treni regionali cancellati totalmente o per parte del percorso. Tuttavia, sta tornando gradualmente alla normalità la circolazione ferroviaria, in seguito al nulla osta dei Vigili del Fuoco e i controlli all'infrastruttura da parte dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana. 

Infine, un altro vasto incendio si è sviluppato questo pomeriggio, martedì 4 agosto, intorno alle 15.30, lungo la Statale Adriatica, nei pressi della Ferrovia e dell’Autostrada, questa volta tra Vasto e San Salvo. Favorito dal violento vento di scirocco, il rogo si sta estendendo a vista d’occhio e alcune abitazioni sono avvolte dalle fiamme. Le auto in transito sulla Statale procedono molto lentamente anche a causa della vista poco ottimale. Sono interessate zone boschive, aree verdi e coltivate, oltre che alcune abitazioni presenti in zona. Sul posto Vigili del Fuoco, Carabinieri e un elicottero che sta monitorando la situazione. Nel frattempo, un mezzo dall’alto ha provveduto a “scaricare” acqua sul posto, ma le fiamme al momento, ore 16.30, continuano ad espandersi.

Foto: ANSA