Esenzione ticket sanitario, la segnalazione di una cittadina: "Molti stanno ancora pagando"

Un'importante e urgente decisione che interessa molti cittadini molisani, quella presa dall'Asrem nel giugno scorso, che vedeva la proroga della validità delle autocertificazioni rilasciate dai cittadini nel corso del 2019, per fruire delle esenzioni per reddito, salute od altre motivazioni, ed essere esonerati dal pagamento del ticket sanitario. Il provvedimento, che aveva già visto una proroga da marzo a giugno, è stato poi esteso fino al 31 ottobre 2020, e si è reso necessario a causa dello stato di emergenza da Covid-19, al fine di evitare possibili assembramenti di persone agli sportelli Asrem.

Tuttavia, sarebbero diversi i cittadini che ad oggi non riescono ancora ad usufruire della proroga dell'esenzione. A segnalarcelo, una cittadina molisana, la quale sottolinea inoltre che coloro cui spetta tale esenzione, ad oggi "stanno comunque pagando visite mediche ed esami diagnostici, oppure addirittura, ancor più grave, vi è chi è costretto a rinunciarvi perché non se lo può permettere". La colpa, secondo la segnalatrice, sarebbe da attribuire ad una mancata comunicazione da parte dell'Asrem, per l'appunto, nei confronti del Cup (Centro Unico di Prenotazione), il quale, a sua volta "ha cercato in tutti i modi di regolarizzare la situazione, ma senza successo".

Sdegno, quindi, nei confronti di una situazione che, a detta della cittadina, "incentiva ancora una volta la sanità privata".