Guglionesi, visita della delegazione del Comune ai laboratori per ragazzi dei centri estivi

Il Comune di Guglionesi informa che in mattinata una delegazione dell’Amministrazione comunale di Guglionesi, composta dal sindaco Mario Bellotti e dagli assessori Giuseppe Aristotile e Stefania Addesa hanno visitato i laboratori “CREAttiviamoci 3.0”, attivi dal 3 al 28 agosto (al mattino, dal lunedì al venerdì) presso l’edificio scolastico di piazza Indipendenza di Guglionesi.

I laboratori “CREAttiviamoci 3.0”, a cura dell’associazione di promozione sociale “INFormare” (Ente di Terzo Settore e senza scopo di lucro), nell’ambito dei “Centri Estivi 2020”, condivisi dal Comune di Guglionesi nonché sostenuti finanziariamente dalla Regione Molise, coinvolgono in varie attività didattiche, ludiche e ricreative 48 bambini dalla fascia di età che va da 3 ai 14 anni.

Nel progetto “CREAttiviamoci 3.0” sono impegnate un coordinatore progettuale, un progettista dell’intervento, 5 animatori, 5 educatori professionali e una psicologa, oltre due operatori volontari impegnati in loco in un progetto di Servizio Civile Universale e altri volontari dell’Associazione “INFormare”.
“C’è anche molta partecipazione da parte delle famiglie – ha sottolineato Giuseppe Vaccaro, già sindaco di Guglionesi e legale rappresentante dell’Associazione “INFormare” – che hanno affidato i propri figli, alcune ore della giornata, ad educatori formati per le attività dei centri estivi. Sono dodici persone, con varie competenze, coinvolte costantemente nell’esperienza “CREAttiviamoci 3.0”. Considerando anche la struttura di supporto, le signore delle pulizie, il servizio civile, la disponibilità dell’Amministrazione comunale c’è stato un coinvolgimento a più livelli per attivare anche a Guglionesi i centri estivi, in un periodo di pandemia che pone determinate attenzioni alla prevenzione. In qualche modo, i ragazzi che frequentano i laboratori “CREAttiviamoci 3.0” sono già pronti, per le varie fasce di età, all’imminente rientro a Scuola, avendo già affrontato, tra le tante esperienze, varie situazioni di monitoraggio sanitario, accortezze, ci tengo a sottolineare, che abbiamo attuato in totale sicurezza secondo i protocolli di accoglienza”.

Particolare attenzione, infatti, è stata posta all’attuazione delle “linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza covid-19”, con la nomina del Responsabile in un medico competente e che ha proceduto a porre in essere la dovuta sorveglianza sanitaria con la visita pre-assuntiva dei collaboratori (la visita medica, compreso l’esame COVID_19 e alcool test), la nomina del RSPP e la redazione DVR di cui D.lgs. 81/08, il corso di primo soccorso (rischio basso) per 3 collaboratori, la sanificazione e la ionizzazione delle aule e degli spazi utilizzati dell’istituto scolastico di piazza Indipendenza, l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e prodotti per le pulizie, un rapporto numerico minimo consigliato tra operatori, educatori o animatori e bambini ed adolescenti graduato in relazione all’età dei minori, il rispetto dei “principi generali d’igiene e pulizia”, la sensibilizzare al corretto utilizzo delle mascherine e la costante pulizia e sanificazione dei servizi igienici, il rispetto dei vari “protocolli di accoglienza”, le attenzioni speciali per l’accoglienza di bambini ed adolescenti con disabilità.

Tra laboratori di cucina, giochi di gruppo, lezioni di inglese e tanta creatività i bambini hanno fatto esperienza di approccio in aggregazioni a distanza di sicurezza in luoghi scolastici chiusi, dopo l’improvvisa interruzione della scuola nell’anno scolastico 2019/2020.

“Sono contento dei laboratori “CREAttiviamoci 3.0” – ha dichiarato ai bambini e agli operatori del progetto il Sindaco di Guglionesi, Mario Bellotti – animati e gestiti con forze prettamente locali, dimostrando che il nostro paese ha risorse umane e professionali incredibili. Voglio anche ricordare le belle iniziative vissute, negli anni passati, dai giovani nell’ambito dell’oratorio estivo della parrocchia di Guglionesi, al quale abbiamo dato sempre il nostro sostegno, anche economico, e la nostra collaborazione amministrativa. I laboratori “CREAttiviamoci 3.0” presso i centri estivi hanno in qualche modo dato un’opportunità sociale ai nostri ragazzi e una certa continuità alternativa alla mancata organizzazione dell’oratorio estivo, venuto meno per le note prescrizioni e dovute alle misure anticovid”.