“La sfida della macroregione adriatica." A Termoli domani un evento per combattere l'odio

La Macroregione Adriatica rappresenta una grande occasione di riforma. Ridisegnare i territori per cogliere la sfida di saper essere maggiormente competitivi, ponendo al centro una strategia che parli di riequilibrio e coesione.  Insieme ad altre regioni, il Molise può condividere un progetto di sviluppo in un'ottica di equità e crescita comune. Mettendo al bando l’idea che la ventesima regione, in tale disegno, possa rappresentare la periferia. Ma con la consapevolezza, invece, che il Molise può essere protagonista di un territorio che sceglie di ripensarsi. Cuore del dibattito sarà, dunque, un riformismo che rinuncia all'idea stessa di periferia e che promuove lo sviluppo dei territori per i diritti dei cittadini tutti e per la loro uguaglianza sostanziale. Perché solo così potrà essere sconfitto quell’odio di cui Matteo Ricci racconta nel suo volume.  Un viaggio nelle riforme necessarie con la voglia di tracciare la strada per abbandonare per sempre un nefasto sentimento sociale. Una battaglia che, oggi, trova nuova forza alla luce di una pandemia che ha fatto riemergere il valore della solidarietà.