Trasporti, niente distanza di un metro per i lavoratori del Nucleo industriale di Termoli: il rischio Covid si fa elevato

Ci troviamo sugli autobus che trasportano ogni giorno i lavoratori alla Fca di Termoli e nelle altre aziende del Nucleo industriale del bassomolise. Le foto che abbiamo pubblicato parlano chiaro: le distanze previste dalle normative antiCovid 19 non sono rispettate e le persone viaggiano al limite della capienza. 

Si può notare, infatti, che le persone sono sedute a due a due a meno di un metro di distanza. Secondo le normative del Dpcm 10571 in materia di distanziamento sociale si evince che : Il distanziamento di un metro non è previsto nel caso si tratti di persone che vivono nella stessa unità abitativa nonchè tra i congiunti e le persone che intrattengono rapporti interpersonali stabili. Nell'eventuale fase di accertamento della violazione alla prescrizione del distanziamento interpersonale potrà essere resa autodichiarazione della sussistenza della predetta qualità. 

Tra due lavoratori della stessa azienda di sicuro manca il rapporto di congiunti. In caso di lavoro di due aziende diverse viene a mancare anche il rapporto interpersonale stabile perché non ci si trova sempre nello stesso turno sullo stesso mezzo di trasporto. Siamo al limite soprattutto in un momento in cui con la riapertura delle scuole il rischio di contagio si fa nettamente più alto.