A Bojano vota solo il 61% degli aventi diritto

I cittadini di Bojano disertano le urne. Per le comunali 5500 votanti nel 2016, 4940 votanti nel 2020. Questa è la situazione di assoluta disaffezione alla politica dei cittadini Bojanesi. Per il referendum, il dato è ancor più preoccupante.

Ci siamo recati ai seggi intorno le ore 16,00 e la sede dove ubicati i seggi era praticamente vuota. Nessuno ha ritenuto di favorire la sua presenza per dichiararsi affezionato alle sorti di una Italia in crisi d’identità. Il voto espresso in silenzio, senza clamore ed a vedere i seggi, senza grande voglia di partecipazione.Il ricordo di passate tornate elettorali è solo una chimera che passa e non torna più.

Delusione? Rabbia? Rancore? Poca attenzione? Distacco? Difficile trovare la causa anche se è necessario chiedersi il perché. Oggi sarà il gran giorno, verrà eletto il nuovo sindaco, la nuova amministrazione ma, le prospettive non son certamente delle migliori.

Il silenzio nel sentir gli scrutatori, tempo addietro a fine spoglio senza voce e stremati dal lavoro, brillanti, con toni rilassati e senza stress, è il segno che qualcosa è cambiato e, purtroppo, in peggio. A domani per “ meglio a meglio “, darvi risposte concrete e mai, certe, purtroppo.

In politica quello che si dice oggi è vecchio già ieri e, come in ogni tornata elettorale, hanno vinto tutti e nessuno mai ammetterà di essere stato sconfitto da quei mulini a vento che hanno fatto la storia di un condottiero che della codardia e mai caparbietà, ne è padrone : la politica !