Biblioteteca Albino, in consiglio comunale passa la mozione Lega

Il Consigliere comunale Alberto Tramontano esprime grande soddisfazione per l'approvazione all'unanimità di una mozione, presentata dal gruppo della Lega, volta a definire tempi e modalità per la riapertura della Biblioteca Albino di Campobasso.
La mozione ripercorre la storia e il valore storico-culturale della Biblioteca Albino e prevede  la necessità di una interlocuzione immediata con il Mibact al fine di giungere alla riapertura di uno dei tesori della cultura italiana.
 L'impegno della Giunta e dell'intero Consiglio comunale di Campobasso dovrà essere massimo: non è più tollerabile che studiosi e studenti siano privati di una straordinaria e inesauribile fonte di conoscenza.
"Manterremo alta la guardia-conclude Tramontano - per combattere una sfida decisiva per la cultura di Campobasso e del Molise: la Biblioteca Albino deve tornare a vivere!"

L’assessore alla Cultura, Paola Felice, ritenendo la presentazione della Mozione l’occasione migliore per fare il punto in maniera sinergica su quanto già fatto da parte dell’Amministrazione comunale in questi mesi a livello di interlocuzioni continue con il Ministero e suoi rappresentanti, ha accolto con pieno favore l’intenzione dei proponenti della Mozione di impegnare il sindaco e la Giunta, per conto del Consiglio comunale, a formalizzare un’ulteriore richiesta al Mibact per la riapertura della Biblioteca Albino.

“La questione della riapertura della biblioteca Albino – ha dichiarato l’assessore Felice - ci ha visto impegnati già quando eravamo opposizione e, ad onor del vero, va ricordato che in questi mesi le interlocuzioni della nostra Amministrazione con il Ministero competente e con i suoi diretti rappresentanti sono state continue. Io stessa ho avuto, nel febbraio scorso, prima dell’emergenza Covid, un incontro a Roma sul tema e un fitto scambio di comunicazioni via mail con il segretariato generale del Mibact, è proseguito anche in seguito”

Del resto, solleciti diretti sono stati inoltrati anche da parte del sindaco Gravina al Ministro Franceschini, l’ultimo contatto informale tra i due è dello scorso 9 settembre.

“A giugno il Segretario generale del Mibact, Salvatore Nastasi, ci ha comunicato che si stava procedendo alla ricollocazione della biblioteca dalla Direzione Generale del Polo Museale a quella delle Biblioteche e quindi nel ramo di sua pertinenza. Questa ricollocazione, a quanto ci era stato detto doveva permetterà un più naturale ed agevole disbrigo di una serie di pratiche per riprendere celermente le attività di verifica sismica della struttura dell’Albino, interrotte a causa del Covid-19, e procedere così al successivo affidamento dei lavori, le cui procedure di gara, ci è stato detto, sono tutte espletate. Come Amministrazione siamo favorevoli a quanto proposto e votato oggi con questa mozione dal Consiglio Comunale che rafforza le richieste della comunità che rappresentiamo e alle quali credo che anche a Roma siano tutti coscienti della necessità oramai di dover dare risposte in tempi celeri e in modo concreto.”