Accadde Oggi 25 settembre - #almanacco

Oggi 25 settembre la Chiesa festeggia Sant’Arnolfo di Sens, vescovo
235 – Papa Ponziano abdica in favore di Papa Antero
275 – Marco Claudio Tacito viene nominato Imperatore romano dal Senato
1066 – La Battaglia di Stamford Bridge segna la fine dell’era vichinga in Inghilterra
1513 – L’esploratore spagnolo Vasco Núñez de Balboa raggiunge l’Oceano Pacifico
1555 – La Pace di Augusta viene firmata da Carlo V d’Asburgo e dal principe della Lega di Smalcalda
1690 – “Publick Occurrences Both Foreign and Domestick”, il primo giornale pubblicato nelle Americhe, esce per la prima ed ultima volta. Venne considerato offensivo e al suo editore, Benjamin Harris, venne ordinato di non farlo più uscire
1789 – La Carta dei diritti degli Stati Uniti viene approvata dal Congresso degli Stati Uniti
1890 – In California viene istituito lo Yosemite National Park
1915 – Prima Guerra Mondiale: comincia la seconda battaglia della Champagne
1939 – La Germania nazista inizia concretamente a progettare la bomba atomica: viene chiamato Werner Karl Heisenberg a dirigere il progetto, appena un anno dopo la conclusione per volere diretto di Heinrich Himmler delle indagini su di lui per la sua vicinanza ad alcuni scienziati ebrei stranieri
1956 – Viene inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova
1979 – La mafia uccide il magistrato e politico italiano Cesare Terranova
1983 – 38 detenuti dell’IRA evadono dal carcere di Long Kesh, vicino Belfast. 

1988 - La mafia uccide il magistrato Antonino Saetta e suo figlio Stefano
2003 – Terremoto di magnitudo 8,0 della Scala Richter al largo della costa di Hokkaidō, in Giappone
2005 – Ferrara: il diciottenne Federico Aldrovandi muore pochi minuti dopo essere stato fermato dalla polizia nei pressi dell’ippodromo; sono indagati per la sua morte quattro poliziotti condannati in via definitiva il 21 giugno 2012 a 3 anni e 6 mesi per “eccesso colposo in omicidio colposo”
2008 – La Cina invia nello spazio Shenzhou VII. È la terza missione spaziale cinese, dopo quelle del 2003 e 2005, la prima a prevedere una passeggiata nello spazio. Il lancio è stato effettuato alle 20.50 ora locale dalla stazione spaziale di Jiuquan Satellite Launch Center, nella provincia di Gansu.

Nati 

Niccolò Ammaniti (1966) – Scrittore italiano
Francesco Borromini (1599) – Architetto svizzero-italiano
Michael Douglas (1944) – Attore e produttore cinematografico statunitense
William Faulkner (1897) – Scrittore statunitense, Premio Nobel
Adelmo Fornaciari (1955) – Cantautore e musicista italiano
Elio Germano (1980) – Attore italiano
Glenn Gould (1932) – Pianista canadese
Michael Madsen (1953) – Attore statunitense
Silvana Pampanini (1925) – Attrice italiana
Sandro Pertini (1896) – Settimo presidente della Repubblica italiana
Carlos Ruiz Zafòn (1964) – Scrittore spagnolo
Delia Scala (1929) – Soubrette e attrice italiana
Will Smith (1968) – Attore statunitense
Catherine Zeta-Jones (1969) – Attrice britannica

Morti 

Giovanni Borghi (1975) – Imprenditore ed industriale italiano, fondatore di Ignis
Vitaliano Brancati (1954) – Scrittore e sceneggiatore italiano
Papa Clemente VII (1534) – Pontefice della Chiesa cattolica italiana
Erich Maria Remarque (1970) – Scrittore tedesco
Cesare Terranova (1979) – Magistrato e politico italiano, vittima di mafia

Oggi, sarebbe stato un peccato mortale non parlare del nostro elio Germano.

Elio Germano (Roma25 settembre 1980) è un attore e regista teatrale italiano.

Nel corso della sua carriera, ha ottenuto, tra gli altri premi, tre David di Donatello per il miglior attore protagonista per Mio fratello è figlio unicoLa nostra vita e Il giovane favoloso. Per La nostra vita ha vinto anche il Nastro d'argento al migliore attore protagonista ed il Prix d'interprétation masculine al Festival di Cannes 2010. Nel 2020 ha ricevuto l' Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino per l'interpretazione del pittore Antonio Ligabue nel film Volevo nascondermi.

Elio Germano nasce a Roma nel 1980 da una famiglia originaria di Duronia (in provincia di Campobasso). Nel 1988 partecipa al gruppo di bambini che canta Ba Ba Ba Bauli nella pubblicità della marca omonima. Germano esordisce nel cinema all'età di dodici anni come protagonista del film di Castellano e Pipolo Ci hai rotto papà (1993).

Durante il liceo scientifico (G.B. Morgagni di Roma) frequenta per un anno un corso teatrale presso la scuola di recitazione Teatro Azione, diretta da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi. Nel 1995 recita in uno spot tv del Kinder Bueno, mentre due anni più tardi fonda i Bestierare, un gruppo di musica rap. Nel 1999 preferisce abbandonare Giancarlo Cobelli in una tournée teatrale  per partecipare al film Il cielo in una stanza di Carlo Vanzina, e da quel momento inizia la sua carriera di attore cinematografico.

Conclusa l'esperienza con Vanzina, lavora infatti con registi quali Ettore Scola (Concorrenza sleale), Emanuele Crialese (Respiro), Gianluca Maria Tavarelli (Liberi), Libero De Rienzo (Sangue - La morte non esiste), Giovanni Veronesi (Che ne sarà di noi), Michele Placido (Romanzo criminale), Gabriele Salvatores (Quo vadis, baby?Come Dio comanda), Paolo Virzì (N - Io e NapoleoneTutta la vita davanti) e Daniele Vicari (Il passato è una terra straniera). Al cinema affianca partecipazioni a fiction televisive quali Padre PioUn medico in famiglia 2Via Zanardi, 33Ferrari e Paolo Borsellino.

La notorietà arriva nel 2007, a seguito dello scandalo provocato da una scena di nudo integrale nel film di Paolo Franchi (Nessuna qualità agli eroi). Sempre nel 2007, si aggiudica il primo David di Donatello come miglior attore protagonista con il film di Daniele Luchetti Mio fratello è figlio unico (2007). Nello stesso anno, riceve anche il Globo d'oro della Stampa Estera al miglior attore rivelazione e il Premio Guglielmo Biraghi ai Nastri d'argento. Nel 2008, con la regia di Francesco Patierno, veste i panni del popolare conduttore e autore radiofonico Marco Baldini, in Il mattino ha l'oro in bocca, film basato sull'autobiografia dello stesso speaker Il giocatore (ogni scommessa è un debito). Durante un'intervista rilasciata allo stesso Marco Baldini, a Radio Kiss Kiss, Elio Germano ha dichiarato: "Ho cominciato ad amare la radio con Il mattino ha l'oro in bocca".

Nel 2010 Germano è protagonista della pellicola La nostra vita, diretta da Daniele Luchetti, unico film italiano in concorso al 63º Festival di Cannes, per il quale viene insignito del premio per la miglior interpretazione maschile ex aequo con Javier Bardem. Prima dell'attore romano, l'ultimo italiano ad essersi aggiudicato tale riconoscimento fu Marcello Mastroianni con Oci ciornie nel 1987. Per il film di Luchetti, Germano ottiene anche il David di Donatello per il miglior attore protagonista, e il Nastro d'argento al migliore attore protagonista ex aequo con Christian De Sica.

Alla fine del 2010 interpreta il ruolo di Folco Terzani, figlio del giornalista Tiziano Terzani, nel film biografico La fine è il mio inizio, diretto da Jo Baier e tratto dall'omonimo libro. Nel 2011 è protagonista del film Magnifica presenza, diretto da Ferzan Özpetek, per il quale viene candidato al David di Donatello e al Nastro d'argento per il miglior attore protagonista, e vince il Globo d'oro al miglior attore. Nel 2013 è protagonista del film L'ultima ruota del carro, di Giovanni Veronesi, per il quale viene candidato al Nastro d'argento come miglior attore protagonista. Il film viene scelto come pellicola d'apertura dell'ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma

Nel 2014 è protagonista del film Il giovane favoloso diretto da Mario Martone, dove interpreta Giacomo Leopardi, per il quale ottiene il terzo David di Donatello per il miglior attore protagonista, il Premio Pasinetti al miglior attore alla 71ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, e il Nastro d'argento al personaggio dell'anno. Fa parte del comitato scientifico della Scuola d'arte cinematografica Gian Maria Volonté, una scuola pubblica e gratuita, istituita dalla Provincia di Roma nel 2011, che rappresenta un polo formativo per le professioni del cinema .

Nel 2020, Germano è protagonista del film Volevo nascondermi, nel ruolo del pittore e scultore italiano Antonio Ligabue. Per la sua interpretazione Germano ha vinto l'Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino 2020

Germano fa parte del gruppo rap Bestierare, formatosi a Roma verso la fine degli anni '90 composto da tre voci e un DJ: Siamo Para (voce), Elio (voce), Plug (voce e beat maker) e Dj Amaro ai giradischi. Ha all'attivo quattro album: Come un animalePrecarioPer uscire premi icsilon e Tutto sommato.