Gam, lavoratori soddisfatti per l'impegno del Presidente: ora a Roma per stabilire i nuovi passi per la sicurezza

Sindacati e lavoratori moderatamente soddisfatti dopo l'incontro di ieri sera a Palazzo Vitale tra il presidente della Regione Donato Toma  insieme all'assessore al Lavoro Michele Marone e coloro che rischiano, dal 3 ottobre prossimo, di rimanere senza nessuna forma di reddito, soprattutto nelle famiglie dove non ci sono altri stipendi con cui sbarcare il lunario. Tuttavia la situazione, secondo gli stessi lavoratori, non va persa di vista. Infatti già nella prossima settimana ci dovrebbe essere un incontro al Ministero per stabilire, dopo l'accordo sulla cassa Covid, gli strumenti da porre in essere per procedere al fitto di ramo d'azienda che garantisca, anche per il 2021, gli ammortizzatori sociali ma che possa anche far pensare alle politiche attive, strumento trascurato dall'emergenza Covid. 

«Siamo concentrati – spiega il governatore – su una soluzione immediata, che ci consentirebbe di guadagnare tempo per lavorare ad una soluzione definitiva. La soluzione a breve, sulla quale abbiamo registrato ampia disponibilità da parte dei tecnici ministeriali e con i quali abbiamo concordato un percorso comune, è costituita dall’utilizzo della cosiddetta Cassa Covid. Nei prossimi giorni, formalizzeremo la proposta e solleciteremo un incontro a Roma insieme ai Sindacati». Viviana P