Disperso in mare in Abruzzo, la capitaneria di Porto di Termoli recupera il corpo

È stato trovato all'alba sugli scogli il corpo senza vita dell'uomo che ieri pomeriggio si è tuffato in mare davanti alla spiaggia fra San Salvo (Chieti) e Montenero di Bisaccia (Campobasso). L'uomo, autotrasportatore 41enne ucraino, è scomparso mentre faceva il bagno insieme a un collega 39enne polacco, con il quale si trovava in zona per lavoro; quest'ultimo, dopo l'allarme lanciato da alcuni passanti che hanno visto i due in difficoltà, è stato recuperato dall'equipaggio di un gommone privato, poi soccorso dal 118, quindi trasportato dall'eliambulanza, in ipotermia, all'ospedale di Vasto (Chieti). Subito avviate le ricerche dell'altro con Guardia costiera e sommozzatori dei Vigili del fuoco. Sul posto anche i Carabinieri. A individuare sulla scogliera e recuperare il corpo del 41enne sono stati Motovedetta della Capitaneria di Porto di Termoli (Campobasso) e sommozzatori. La Guardia costiera termolese, coordinata dal comandante Amedeo Nacarlo, sta cercando di ricostruire la dinamica dell'episodio. Intanto è fuori pericolo il camionista polacco: potrebbe essere dimesso nelle prossime ore dall'ospedale di Pescara dove era stato trasferito in serata.
    (ANSA).