Teatro del Loto, riparte la stagione interrotta per il Covid 19

Lo ha annunciato  su facebook il direttore artistico Stefano Sabelli: sal prossimo novembre riprenderà l'attività del 'Teatro del Loto' di Ferrazzano (Campobasso), interrotta a causa dell'emergenza Covid 19. con tutte le misure di tutela sanitaria e sicurezza richieste. 
 Abbiamo sempre coltivato il rapporto di fiducia col pubblico e abbiamo sempre cercato di far sentire il Loto una casa culturale comune, per tutti coloro che amano il Teatro e da sempre frequentano il nostro a Ferrazzano, come pure, dal 2019 - ha concluso - il 'Fulvio' a Guglionesi". In quasi tre lustri di attività, sempre, abbiamo cercato di rispondere con dedizione e impegno assoluto alle attese di qualità e novità artistica a noi richieste. E con assoluto riconoscimento della fiducia concessaci, da chi ha sempre risposto “ci sono!” alle programmazioni artistiche da noi proposte.

È sempre stato motivo d’orgoglio e vanto non tradire questa fiducia. Noi per primi, perciò, siamo rimasti spiazzati e mortificati di non avere potuto portare a termine la Stagione teatrale inizialmente prevista e che si prospettava bella e con tanti nuovi abbonati, sia a Ferrazzano che a Guglionesi - nei teatri programmati da Teatri Molisani, la nostra cooperativa.

Nell’incertezza sul futuro del Teatro, in genere e non solo del nostro (che, anzi, nel frattempo, al Loto i lavori di ristrutturazione esterna sono proseguiti, ormai pressoché conclusi, rendendo la nostra sede ancora più bella e prestigiosa), come di ogni altra vita di relazione, provocata dall’emergenza COVID, ci scusiamo se solo ora siamo in grado di prospettare soluzioni e opportunità che, ci auguriamo, possano, trovare il consenso degli abbonati e di chi aveva già acquistato biglietti per gli spettacoli previsti. Per altro, prospettare soluzioni e opportunità in grado di rispondere alle attese di non perdere la Stagione acquistata, in abbonamento o attraverso la prevendita di singoli biglietti, è sempre stato nostro pensiero e cruccio, in questo periodo.

Vogliamo dunque anticiparvi che, da metà novembre a tutto febbraio – con tutte le misure di tutela sanitaria e sicurezza richieste – porteremo avanti le programmazioni inizialmente previste fino a Primavera, con pochi ritocchi sul programma iniziale. Naturalmente, gli abbonati potranno far valere i titoli già acquistati, come pure i possessori di biglietti acquistati in prevendita potranno scegliere se utilizzarli per il medesimo spettacolo, o per uno nuovo, qualora fossimo costretti ad un cambio di programma.

A presto, perciò, ritrovarci a Teatro "dove - come dice Proietti - tutto è finto ma niente è falso", perché a Teatro e solo a Teatro prendono forma i sogni. Al Loto, da sempre, ne coltiviamo di bellissimi, come evoca lo stesso Murale che sta nascendo sulle pareti restaurate del nostro Teatro e "alla materia di cui son fatti i sogni" dedicato. Ovvero, al Teatro e a chi lo rende possibile: gli Uomini e le Donne che, a diverso titolo, lo frequentano e lo rendono così magico e necessario".