Feti sepolti a Roma col nome delle madri, Occhionero (Iv): i ministri Lamorgese e Speranza effettuino le opportune verifiche

"E’ inaccettabile l’imbarazzante scaricabarile tra le strutture ospedaliere e l’Ama sulla gravissima vicenda dei feti sepolti con le generalità delle madri affisse su delle croci al cimitero Flaminio a Roma. Perché la sindaca Raggi non interviene per dare risposte pubbliche, perché continua ad osservare un inspiegabile silenzio?". Lo ha dichiarato su facebook l'onorevole Giusy Occhionero in seguito dopo che più di una donna ha scoperto per caso di avere una tomba a proprio nome. 

"Mi auguro - ha continuato-  che i ministri dell’Interno Lamorgese e della Salute Speranza, a maggior ragione dopo l’apertura di un’istruttoria da parte del garante della Privacy, effettuino al più presto le dovute verifiche. Ha fatto bene la ministra Bellanova a stigmatizzare questa incredibile vicenda e a ricordare l’importanza di tutelare le donne e le loro libertà in una situazione difficile come quella di un’interruzione di gravidanza".