Testamento (m5s): per il Mibact Verlasce di Venafro al centro di intensa attività di tutela e valorizzazione

 


 

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, rispondendo a una mia interrogazione, ha assicurato che il Verlasce di Venafro è tuttora oggetto di un'intensa attività di tutela e valorizzazione, al fine di restituire a Venafro e all'intero Molise il patrimonio storico, architettonico e culturale che rappresenta e consentire lo sviluppo delle sue immense potenzialità turistiche, anche a fini didattici”.

Lo afferma Rosa Alba Testamento, Portavoce molisana del MoVimento 5 Stelle e componente della Commissione Cultura di Montecitorio.


Dopo il recupero degli edifici rurali costruiti sulle murature antiche – continua la parlamentare pentastellata- è in via di completamento anche quello delle strutture murarie di sette unità edilizie che permetterà di poter tornare a disporre di un’altra porzione del Verlace, da utilizzare in futuro per lo svolgimento di manifestazioni.


In prospettiva risultano già finanziati nuovi interventi per i quali il soggetto attuatore sarà il Mibact e la stazione appaltante il Segretariato Regionale: 250.000 euro per la messa in sicurezza delle strutture dell'Anfiteatro, la cui progettazione è in corso, mentre ulteriori 600.000 euro provenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione del 2014-2020, per i quali a breve saranno avviate le attività a livello progettuale, verranno utilizzati per il restauro e la riqualificazione”.


"Lo sviluppo del Molise dipende molto dal recupero, conservazione e valorizzazione del suo patrimonio culturale, bisogna esserne consapevoli e farne una priorità dell'azione politico-istituzionale, a tutti i livelli.  Da parte mia c'è, come sempre, la massima attenzione ma é necessario che tutti gli attori istituzionali, nell'ambito delle proprie competenze, facciano la propria parte, mettendo da parte i calcoli politico - elettoralistici o altri obiettivi per lavorare unicamente per il bene del Molise e dei molisani"- conclude Testamento.