Facciolla propone 5 idee a Toma per contrastare la diffusione del virus

«Nelle ultime ore in tutta Europa e in Italia sta salendo il numero di contagi da Covid. Il Molise non è da meno con gli 11 nuovi casi dell'altro ieri e i 28 di ieri.

Lo ripetiamo ancora, adesso e con massima rapidità bisogna:

1 - attivare urgentemente la modalità di tamponi rapidi in tutti i laboratori pubblici e privati;

2 - prevedere e predisporre posti  aggiuntivi nei reparti di Rianimazione utilizzando anche quelli delle strutture private come Cattolica/Neuromed;

3 - istituire aree Covid ben distinte e definite in tutti gli ospedali pubblici e privati;

4 - richiamare in servizio gli anestesisti e i rianimatori in pensione già disponibili e gli specializzandi al terzo anno;

5 - attivare i medici di base per coordinare l’assistenza sul territorio domiciliare anche reclutando infermieri di comunità e le cosiddette USCA per fare i tamponi a domicilio.

Prepariamoci ora a fronteggiare una situazione che potrebbe precipitare nei prossimi giorni. Attiviamoci subito come regione e come Asrem e non perdiamo ancora una volta l'occasione per dimostrare che piccoli non vuol dire ultimi e per dimostrare che le istituzioni hanno a cuore i loro cittadini».

Il segretario Regionale del PD Molise Vittorino Facciolla