Odg Molise. Passaggio di consegne tra Petta e Cimino: l’efficacia del bollettino Fake News Coronavirus

Nella conferenza stampa di questo pomeriggio, tenutasi nella sede dell’Ordine, è stata ufficializzata la nuova composizione del neo eletto direttivo dell’Ordine, con la nomina di Vincenzo Cimino come Presidente e Cosimo Santimone come suo vice.

Si chiude il percorso di Pina Petta e anche dell’osservatorio sulle Fake News Coronavirus in collaborazione con il CoReCom, un servizio volto a smascherare e distinguere le Fake News dalle notizie degli organi di informazione convenzionali.

Presenti alla conferenza anche il presidente nazionale Odg, Carlo Verna, il presidente del CoReCom Molise, Fabio Talucci e il presidente dell’Odg Abruzzo, Stefano Pallotta.

L’ex presidente, Pina Petta, ha voluto rimarcare tutto il buon lavoro fatto in questi 3 anni di consiliatura e l’efficacia del bollettino delle Fake News Coronavirus: “L’iniziativa dell’Osservatorio sulle Fake News Coronavirus è stata realizzata nell’ambito di un protocollo d’intesa con il CoReCom. E’ stata un'iniziativa molto importante che ha coinvolto molte testate giornalistiche ed ha dato un servizio essenziale ai lettori che andavano informati in maniera corretta sul tema della Pandemia da Coronavirus. – continua Pina Petta – Non mi sono candidata in questo consiglio perché la mia scelta è stata quella di presentarmi per il nuovo Consiglio Nazionale”.

Il Presidente del CoReCom Molise Fabio Talucci ha voluto ringraziare L’Ordine per la stretta collaborazione “La fine di questo Osservatorio è solo l’inizio di nuove collaborazioni. Devo ringraziare a Cimino, Santimone e Petta per aver portato avanti questo progetto. Una felice intuizione, il Molise è stato il primo a dare questo servizio riconosciuto anche da altri CoReCom”.

Il Presidente nazionale Odg, Carlo Verna, ha apprezzato l’iniziativa dell’Osservatorio: “Questo è un modello virtuoso che ci deve spingere ad andare avanti su questa tematica. Noi giornalisti siamo i soggetti neutri e siamo i più titolati ad occuparci di questi argomenti”.

Per Cosimo Santimone l’informazione e il suo accesso è cambiato durante il lockdown “La ricerca delle informazioni dall’inizio della Pandemia fino a Maggio fino la fine del lockdown ha cambiato volto. Prima l’informazione passava quasi solo ed esclusivamente attraverso i canali social o sui motori di ricerca, con il passare delle settimane la ricerca si è fatta, per l’utente, sempre più affinata dando più valore alle informazioni degli organi ufficiali di informazione”.