Gioco d'azzardo, operazione congiunta contro le videolottery di Polizia e Finanza

Gli  agenti della Squadra Amministrativa della Polizia di Stato di Campobasso, nei giorni scorsi,  nell’ambito di servizi coordinati di controllo per la prevenzione e repressione del gioco illegale,  hanno  effettuato   unitamente  a  personale della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato una serie di  controlli amministrativi presso diverse sale giochi ubicate nella provincia.

In particolare, durante gli accertamenti  effettuati in una sala giochi , sono state rilevate  diverse irregolarità.

All’interno del locale infatti,  sono stati trovati apparecchi videoterminali (c.d. V.L.T. – Video lottery Terminal)  in funzione e riscontrate delle illecità  riguardanti la  titolarità della licenza autorizzatoria rilasciata dalla Questura, risultata non intestata al proprietario dell’attività ma al padre dello stesso, deceduto alcuni anni fa.

Considerato che l’art. 8 del T.U.L.P.S. sancisce  che le autorizzazioni di polizia sono personali e non possono essere trasmesse, il titolare della sala giochi è stato denunciato per aver istallato apparecchi V.L.T. all’interno di un pubblico esercizio in mancanza della prescritta licenza di Pubblica Sicurezza. All’uomo  è stata inoltre notificata l’Ordinanza del Questore di Campobasso per la cessazione della suddetta attività di gioco.

Prosegue incessante  l’attività di controllo in materia.