Recovery Fund, Buono: "Opportunità per finanziare quattro corsie in Molise"

"L'esistenza del Next Generation EU rappresenta un'occasione storica anche per la nostra Regione". Queste le dichiarazioni del consigliere comunale di Venafro Stefano Buono. "Occorrerà, però, non commettere lo stesso errore fatto con lo strumento dei Contratti Istituzionali di Sviluppo e concentrare buona parte delle risorse che spetteranno al Molise su un'opera strategica per lo sviluppo di quest'area. Uno dei pochi territori che non è interessato dalla presenza di grandi infrastrutture, vive un isolamento significativo in termini di collegamento con il resto del Paese ed è, quindi, tagliato fuori da qualsivoglia possibilità di sviluppo".

"Ecco perché la “Quattro corsie” può è deve essere l'iniziativa progettuale da intraprendere e da far finanziare mediante le provviste finanziarie che arriveranno per il tramite del cosiddetto "Recovery Fund”. - prosegue Buono -L'obbiettivo di questo strumento, con particolare riferimento al Sud Italia, oltre a quello scontato di rappresentare un momento di rilancio post- Covid, è quello, in sintonia con gli altri strumenti di programmazione europea, di coniugare sviluppo nazionale e coesione territoriale. Almeno 65 miliardi di euro saranno destinati al Sud Italia nel prossimo triennio. A questi si aggiungeranno circa 52 Miliardi, tra risorse europee e cofinanziamento regionale e nazionale provenienti dai Piani operativi dei fondi strutturali e circa 73 miliardi dal Fondo di Sviluppo e Coesione nei prossimi sette anni. Un'ingente quantità di risorse rispetto alle quali va attivata da subito, a livello regionale e locale, una progettualità che dia priorità alla promozione, progettazione e realizzazione di una grande infrastruttura strategica come la quattro corsie". 

"Il raddoppio della Bifernina e la variante di Venafro sono le urgenze all'interno di questa priorità. Né dovremmo parlare, pandemia covid permettendo, in un'iniziativa pubblica a Termoli in fase di programmazione. Chiederò a Venafro un Consiglio Comunale monotematico all'interno del quale si possa aprire una discussione seria sulla questione infrastrutturale e nel quale si possano individuare anche altri progetti strategici utili alla Città e conformi con quanto previsto dalle linee guida Europee e Nazionali".

"La stessa Anci - conclude Buono - ha recentemente rimarcato l'importanza dell'attività delle Amministrazioni Locali nell'ambito degli investimenti pubblici. In questi mesi, quindi, in virtù della scadenza prevista per la presentazione dei progetti in Aprile 2021, è indispensabile".