Tribunale di Isernia: la Camera penale richiede tamponi rapidi in aula

 

La Camera circondariale di Isernia l'installazione di un presidio mobile, all'interno del Tribunale, che svolga uno screening con test rapidi su base volontaria, sulle persone che frequentano l'Ufficio Giudiziario, per prevenire la diffusione dei contagi da covid-19 o di qualsivoglia diversa strumentazione o iniziativa conformemente idonea. Il Consiglio Direttivo della Camera Penale Circondariale di Isernia, riunito in seduta straordinaria tramite piattaforma da remoto,

  • letta la comunicazione del Sig. Presidente del Tribunale di Isernia del 19 ottobre 2020 prot. n. 1952/2020 con cui si comunicava di aver accertato il caso di un dipendente positivo al covid-19 e della sua immediata comunicazione ai responsabili della ASRM di Isernia/Campobasso;
  • letta la successiva nota del Sig. Presidente del Tribunale di Isernia del 20 ottobre 2020 prot. n. 1962/2020 con cui si è dato atto del mancato riscontro, nonostante i reiterati solleciti, da parte della Azienda Sanitaria Regionale del Molise;
  • richiamato il riscontro, alle suddette note, da parte del Presidente di questa Camera Penale, Avv. Francesco La Cava, con cui ha sollecitato la Procura della Repubblica del Tribunale di Isernia, pure investita della vicenda, ad attivarsi con provvedimenti formali, per individuare le motivazioni delle mancate risposte, ritenuto che i locali del Tribunale sono sotto il controllo di detto Ufficio che è frequentato dallo stesso personale;
  • preso atto della recrudescenza della pandemia da covid-19 e della potenziale diffusione anche nell'ambito dell'Ufficio Giudiziario del Tribunale di Isernia, quotidianamente frequentato da Magistrati, Personale dipendente, Avvocati e privati Cittadini al fine di assicurare un servizio pubblico,