Covid 19, cambia anche la celebrazione del ricordo delle vittime di San Giuliano

La pandemia da Covid 19 quest'anno modifica anche la celebrazione delle vittime della scuola Jovine di San Giuliano di Puglia. Infatti il Comune ha deciso che sarà annullata la fiaccolata della "Giornata della Memoria" istituita con legge regionale del 2003 per commemorare i 27 bambini e la loro maestra morti nel crollo della scuola 'Jovine' con il terremoto del 31 ottobre 2002.

Il sindaco Giuseppe Ferrante, a causa dell'emergenza sanitaria, ha deciso di fare svolgere la cerimonia senza i consueti due cortei, quello del mattino tra cimitero e Parco della Memoria e quello serale dal luogo dove sorgeva la scuola al cimitero. La manifestazione si svolgerà, nel rispetto del Dpcm del 13 ottobre, in forma statica. Questi gli appuntamenti della giornata: alle 11 un momento di raccoglimento e preghiera scandito dai rintocchi della "campana degli Angeli" all'ingresso del cimitero, alle 12 deposizione di corone di fiori al Parco della Memoria, alle 17.30 la messa nella chiesa madre, alle 20.30 accensione di fiaccole a cura del Comitato Vittime della scuola. Il primo novembre, alle 11, messa solenne. Il sindaco invita a rispettare il distanziamento e usare le mascherine.