Ristoranti chiusi alle 18, Occhionero (Iv) : il Governo riveda le regole e riapra fino alle 22 nei piccoli centri

"La chiusura generalizzata dei ristoranti alle 18 è un errore, come abbiamo sostenuto con forza come Italia Viva anche nei tavoli di governo, anche perché non fa alcuna distinzione tra i diversi casi".

Lo ha dichiarato su Facebook l'onorevole Giuseppina Occhionero che ha aggiunto: "Se l’obiettivo del Dpcm è ridurre l’affollamento nei mezzi pubblici, come ha detto il presidente del Consiglio Conte, questo può forse valere per le grandi città, ma nei piccoli centri, nei paesi di provincia, negli agriturismi e ristoranti fuori dai centri abitati dove si può arrivare solo con la propria auto è evidente che non si pone alcuna questione di utilizzo del mezzo pubblico. Il governo, allora, mandi subito un segnale, corregga l’errore e riapra i ristoranti fino alle 22 innanzitutto nei piccoli centri e nei comuni sotto 15mila abitanti, magari anche rendendo più rigide le regole su distanziamento dei tavoli, affollamento delle sale, prenotazione obbligatoria, magari anche rendendo obbligatorio l’uso di Immuni. Altrimenti si farebbe ancora più fatica a comprendere il senso di certe scelte e il fondamento scientifico".