La “Regina nera”. Un tuffo nell’aristocrazia romana di fine Ottocento.

Andrea Cotticelli torna con il suo nuovo libro “Beatrice Orsini Sacchetti: la regina nera nella Roma papalina del XIX secolo”. Il suo nuovo scritto va a narrare le vicende sulla vita della marchesa Beatrice Orsini Sacchetti, donna che seppe districarsi e imporsi nell’aristocrazia romana di fine XIX secolo, per la difesa della bandiera del papato, meritando l’appellativo di “Regina nera”. (per chi non lo sapesse la nobiltà nera era quella che ai tempi era fedele al papa). La principessa Orsini era la figlia del Senatore di Roma e Principe Assistente al Soglio Pontificio e moglie del Foriere Maggiore dei Sacri Palazzi Apostolici.  Uno dei mezzi che certamente le hanno conferito maggior successo personale è stata la sua politica matrimoniale applicata alla sua numerosa prole, che le ha permesso di concentrare sulla sua famiglia alleanze di grande rilievo, sia da parte del patriziato romano e sia da quello fiorentino (salvando addirittura il casato dei Barberini che era sull’orlo dell’estinzione) potendo, di conseguenza,  ampliare il prestigio della sua famiglia e di conseguenza la sua personale influenza. Influenza condita dalla sua forte personalità e fascino con i quali riusciva a tenere stretta a sé tutta la nobiltà “nera” capitolina, diventandone un vero e proprio punto di riferimento contro le nuove istituzioni italiane che avevano preso potere nelle amministrazioni cittadine dopo la famosa breccia di Porta Pia nel 1870. La sua arte consisteva nella diplomazia, infatti molte grandi personalità dell’epoca come diplomatici, intellettuali e nobili di alto rango hanno varcato l'ingresso del suo salotto, nell'incantevole scenario delle sale affrescate di Palazzo Sacchetti in via Giulia a Roma. La “Regina Nera” è ricordata anche per le sue opere di carità offerte alla popolazione tanto da essere considerata come un vero modello di nobildonna dell’epoca sempre fedele alla causa pontificia. Per chiunque voglia avere approfondimenti storici della Roma di fine XIX secolo e conoscere le vere e tangibili realtà sulle vicissitudini politiche che hanno caratterizzato quel delicato periodo di storico per il nostro paese, il libro del dotto Cotticelli soddisferà ampliamente le vostre aspettative.

Di Simone d’Ilio