Parco letterario del Molise sempre più vicino. Agnone e Guardialfiera insieme per il progetto

Venerdì 13 novembre 2020 presso il bel Caffè Letterario “ F. Iovine “ di Agnone, Caffè destinatario di fondi del vecchio progetto del Parco Letterario del Contado di Molise, amaramente finito a causa di politiche personalistiche e poco attente, dopo aver illuso l’intera regione, in memoria di Francesco Iovine, si sono riuniti i membri dei due unici Centri Studi Molisani al fine ricondurre ogni cosa al suo posto naturale e, ripartire con l’istituzione di un Parco Letterario unitario. Tutti presenti nel pieno rispetto delle norme Anticovid, per un incontro,che ha avuto del sapore unico che, solo il Molise può infondere se, concordemente negli obiettivi e nella ragione culturale. 

Un incontro nel ricordo di ciò che il passato non è riuscito a donarci e cioè, un vero e duraturo Parco Letterario. Il passato è passato ed oggi occorre necessariamente favorire un nuovo modo di pensare, di aggregarsi, di infondere certezze in se stessi e nella gente tutta che non ha più voglia di essere li a guardar il fiume che passa senza potersi ristorare della sua acqua, limpida e ristoratrice.

All’uopo l’incontro, favorito dal Centro Studi Molise 2000-Nicola Perrazzelli, di Guardialfiera ha riunito il Direttivo del Centro Studi Alto Molise “Luigi Gamberale” nelle persone di Ida Cimmino, presidente, Marcella Amicone, Armando Sammartino ed il facilitatore  Paolo Francesco Tanzi,  il Vice Sindaco di AGNONE, Nino Di Nucci, con delega alla cultura, Michela Cerbaso, i rappresentanti del Comune di Guardialfiera con la delegata alla cultura, nonché membro del CTS, Itala Troilo e Giuseppe Ruggiero, il Direttivo del Centro Studi Molise “Nicola Perrazzelli. Per il Centro Studi di Guardialfiera presenti Rocco Lo Russo in qualità di presidente ff in assenza del Presidente Giovanni Di Risio, Maurizio Varriano anche per delega di Vincenzo Di Sabato, Francesca Carnevale, Lino Rufo, del Comitato Tecnico Scientifico. L’ordine del giorno dell’incontro ha suscitato interesse e partecipazione attiva in quanto si è discusso sulla iniziativa di riproporre un Parco Letterario in Molise con l’ampliamento, a tal fine, del Comitato Tecnico scientifico includendo 4 membri del Centro Studi di Agnone ed un rappresentante dell’amministrazione Comunale della Atena del Sannio. 

L’incontro ha favorito la necessità di unirsi per percorrere una strada comune e di convogliare a nozze per un progetto che qualificherebbe oltremodo, le due cittadine Molisane e che darebbe spunto a collaborazioni esterne tramite il coinvolgimento di altre associazioni specialmente quelle connesse nel mondo del sociale e dei diritti delle persone. All’uopo la presenza dell’on.le Laura Venittelli, in qualità di presidente dell’associazione “ La Casa dei Diritti “.  Un incontro che getta definitivamente le basi per ripartire con un progetto organico, sinergico e di ampio respiro che mira a ricostituire quel fiore all’occhiello “ Il Parco Letterario e del paesaggio “ che non è mai svanito dalle menti e che avrebbe determinato un radicale cambiamento in seno alla “ Cultura Molisana “. Nel prossimo incontro si definiranno le cariche e le modalità di lavoro per arrivare a presentare, salvo problematiche legate alla pandemia in atto, il progetto entro la fine del 2020.