Anziana muore di Covid ma i familiari non vengono avvisati in tempo

Una denuncia pubblica dei parenti della 95 enne originaria di Sant'Agapito deceduta nel reparto di malattie infettive di Campobasso: "Siamo stati avvertiti dopo 48 ore del peggioramento delle condizioni. Calpestata la nostra dignità"

Fa discutere la denuncia di una parente di un'anziana della casa di riposo "Maria Gargano" di Isernia, 95 anni originaria di Sant'Agapito, morta per Covid. Era ricoverata dal 3 novembre nel reparto di malattie infettive del Cardarelli dove era stata trasferita perché le sue condizioni si erano aggravate. La famiglia ci ha inviato una lettera di denuncia. Raccontano di aver contattato tutti i giorni l'ospedale per scoprire, poi invece, che la donna era morta il giorno prima e nessuno della famiglia né della casa di riposo era stato avvisato. 

Inizialmente l'ospedale ha riferito che l'anziana era morta nella notte, ma il certificato di morte riporta le ore 18 del 13 novembre. I famigliari si chiedono: "Perché nessuno ci ha avvisato del peggioramento delle condizioni - scrivono nella loro lettera - e abbiamo dovuto scoprire noi dopo un giorno che era morta? E' stata calpestata la nostra dignità, dicono.

Ci arrivano altre segnalazioni di persone che hanno difficoltà a mettersi in contatto con il reparto di malattie infettive per avere notizie sulle condizioni di salute dei propri cari. 

Fonte TGR Molise