ACEM ANCE: “I lavori sotto il milione di euro vadano ad imprese locali”

Dopo una prima richiesta inviata a settembre, l’ACEM ANCE Molise, con una nota a firma del Presidente Danilo Martino, si è rivolta nuovamente ai parlamentari molisani chiedendo il loro impegno ai fini dell’approvazione di una norma che per gli appalti inferiori ad un milione di euro preveda che siano invitate soltanto le imprese locali; il tutto giustificato dall’emergenza Covid che richiede di evitare al massimo gli spostamenti.

Nella nota, l’Associazione evidenzia come richieste simili siano state più volte avanzate sia a livello regionale, sia a livello nazionale e persino in un documento consegnato al Presidente Conte in occasione della sua visita in Molise.          

Secondo l’ACEM ANCE, la norma  richiesta occorre per scongiurare al massimo i rischi connessi agli spostamenti extraregionali legati alla pandemia ed inoltre essa eviterebbe di perdere occasioni di lavoro per le imprese locali, soprattutto in considerazione della situazione di straordinarietà in atto e dell’esistenza di un presupposto, che è il decreto semplificazioni, in base al quale sono state già derogate molte norme del codice degli appalti proprio allo scopo di favorire la ripresa economica a seguito del coronavirus, privilegiando gli affidamenti con procedure negoziate.