Intesa Sanpaolo: primo semestre esportazioni molisane in crescita. Forte incremento verso gli Stati Uniti

19 novembre 2020 – Nel primo semestre 2020 le esportazioni molisane registrano un’ulteriore  accelerazione, in controtendenza rispetto all’evoluzione nazionale. L’export italiano nel semestre  è diminuito di circa il 15% rispetto allo stesso periodo del 2019 a seguito degli effetti delle misure di  contenimento adottate per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19. Per il Molise, invece, 

le esportazioni hanno registrato un incremento di oltre il 30%, dopo il positivo trend registrato anche  nel 2019 (+11,7%). Questo quanto emerge dal Monitor sull’export regionale realizzato dalla  Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo

Per quanto riguarda i singoli settori l’Automotive è cresciuto nei primi sei mesi dell’anno del 62%  arrivando a quota 228 milioni di euro e l’Agroalimentare ha fatto segnare un progresso di oltre il  40% (77 milioni di euro). In contrazione, invece, le esportazioni della Chimica (-17,6%). Circa i  paesi di destinazione, forte crescita dell’export verso il primo partner commerciale, gli Stati Uniti  (+167% nel semestre), mentre calano le esportazioni verso la Germania (-6,4%)  

“Anche in un semestre segnato dalla crisi pandemica e dalle conseguenti misure di contenimento, le  esportazioni regionali hanno confermato il percorso di crescita che le aveva portate già nel 2019 a  raggiungere e superare i livelli antecedenti la crisi del 2008 - spiega Pierluigi Monceri, direttore  regionale di Intesa Sanpaolo -. Un primo spaccato della seconda metà dell’anno lascia intravedere  segnali positivi, ma l’evoluzione del contesto sanitario nazionale e internazionale sarà ovviamente  determinante. Il nostro Gruppo, tanto più in un frangente difficile come l’attuale, sente forte il suo ruolo di motore per lo sviluppo del Paese e delle economie locali. Come Intesa Sanpaolo nei primi  nove mesi dell’anno abbiamo erogato circa 70 milioni di euro di nuovo credito a medio-lungo termine  alle imprese molisane ed attivato, tra imprese e famiglie, circa 2.000 moratorie per oltre 180 milioni  di euro di debito residuo. Anche l’ulteriore plafond da 10 miliardi che destiniamo al nostro  Programma Filiere - che consente alle piccole imprese di ottenere un migliore e più conveniente  accesso al credito facendo leva sulla solidità delle aziende capofiliera - è il segno tangibile della nostra  fiducia nella ripresa del sistema: un progetto già attivato anche un Molise con una azienda capofila,  circa 50 fornitrici e un giro d’affari complessivo di 100 milioni di euro”. 

Già nel 2019 le esportazioni molisane, superando i 755 milioni di euro, si erano assestate ad un  livello superiore ai valori pre-crisi del 2008. La crescita nel decennio è attribuibile soprattutto al  settore dell’Automotive, che è passato dai 21 milioni del 2008 agli oltre 350 nel 2019, all’Agro alimentare, che ha quasi triplicato i valori esportati dai 42 milioni ad oltre 120 ed alla Chimica,  cresciuta di oltre il 40% nello stesso periodo. Quello che era invece il primo settore per export nel  2008, l’Abbigliamento, è ormai quasi del tutto sparito sui mercati esteri. 

Il dato dell’Automotive nel primo semestre dell’anno appare fortemente dipendente dalle politiche di  scambi infragruppo del principale operatore presente in Molise e in netta controtendenza con  l’evoluzione delle esportazioni a livello nazionale (-30%) condizionate dal blocco delle principali  piattaforme produttive europee durante i mesi del lockdown primaverile.

Intesa Sanpaolo è una delle più solide e profittevoli banche europee. Offre servizi bancari commerciali, di corporate investment  banking, di gestione del risparmio, asset management e assicurativi. È la principale Banca in Italia con circa 12 milioni di clienti  serviti attraverso i suoi canali digitali e tradizionali. Le banche estere del Gruppo contano 7.2 milioni di clienti in Est Europa, Medio  Oriente e Nord Africa. Intesa Sanpaolo è riconosciuta come una delle banche più sostenibili al mondo.  

Per il Gruppo creare valore significa essere motore di crescita per la società e l'economia. In campo ambientale, ha creato un  fondo di € 5 miliardi destinato all'economia circolare. Promuove progetti rilevanti di inclusione economica e riduzione della povertà, tra cui un fondo di impatto per € 1,2 miliardi di finanziamenti a categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito.  Intesa Sanpaolo è fortemente impegnata in attività culturali proprie e in collaborazione con altri soggetti in Italia e all'estero,  incluse esposizioni permanenti e temporanee del suo vasto patrimonio artistico presso le Gallerie d'Italia, i musei del Gruppo a  Milano, Napoli, Vicenza e prossimamente a Torino.