Covid, aumento della cassa integrazione: calo di assunzione nei settori privati

Tra i tanti aspetti negativi che il Covid ha portato nella nostra regione, uno dei maggiori problemi è senza dubbio quello del lavoro, che dall'inizio della pandemia ad oggi ha visto crescere il numero di dipendenti costretti alla cassa integrazione in deroga.

Uno dei settori più colpiti è senz'altro quello privato, con un numero pari a 11.900 dipendenti che equivale a ben il 30% per una cifra che supera i 12 milioni di euro. Un numero sicuramente rilevante se si pensa, infatti, che la nostra regione è formata per un buon 40% proprio da piccole attività imprenditoriali private già messe al collasso dalla crisi economica degli ultimi anni.

Guardando i dati statistici dall'inizio dell'emergenza ad oggi si nota, infatti, un forte calo di occupazione nonché, appunto, un numero sempre più crescente di licenziamenti e di cassa integrazione.

Si registra, altrettanto, un numero elevato di chiusure di piccole e medie attività imprenditoriali.