‘Ambasciatrice dei molisani nel mondo 2020’, nominata Francesca Colavita

Si è svolto in mattinata l’organismo demandato ai sensi dell’art. 16 della legge regionale n. 12 del 2015, “Interventi per la promozione dei rapporti con i molisani nel mondo”, presieduto dal Pres. Salvatore Micone, che ha il ruolo di conferire l’onorificenza di “Ambasciatore del Molise nel mondo”, ovvero individuare quelle persone di origine molisana che, per meriti accademici, culturali, politici, sociali, professionali, si siano positivamente distinte nei paesi stranieri, o nelle regioni italiane diverse dal Molise, in cui sono emigrate in passato o dove attualmente vivono stabilmente. Quest'anno l’edizione è dedicata a coloro i quali si sono particolarmente distinti nel contrasto alla diffusione del Covid 19 e nella difesa, salvaguardia e soccorso alla popolazione malata e più fragile.

Il Presidente del Consiglio regionale ha proposto di assegnare per il 2020 una sola onorificenza (sono previste 3 onorificenze, una a candidati che vivono in Europa e 2 a quelli che risiedono nel resto del mondo) di “Ambasciatore dei molisani nel mondo”, alla dottoressa Francesca Colavita, molisana che ha per prima ha isolato il genoma del Covid 2019. Inoltre lo stesso Presidente ha proposto di prevedere dei riconoscimenti ufficiali a coloro i quali, nei diversi settori della sanità, della protezione civile, del trasporto, della scuola e in ogni altra categoria si sono distinti per portare e offrire sostegno alle persone in difficoltà a causa del virus. La legge prevede che tali onorificenze andrebbero siano consegnate il 6 dicembre in occasione della “Giornata dell’emigrazione molisana nel mondo”, ma, considerata la difficile situazione di limitazione di riunioni pubbliche in atto, dovute ai vigenti dpcm, l’evento sarà posticipato, in attesa di direttive governative più permissive, il 27 dicembre prossimo, Festa della Regione Molise.