Scuole aperte o chiuse? Ecco chi continua in presenza

Arrivano le prime decisioni dei sindaci in merito alle scuole chiuse fino al 6 gennaio.
 
Termoli e Casacalenda continuano in presenza 
 
' Alla luce dell'ordinanza n. 51 del 7/12/2020 emessa dal Presidente della Regione Molise - dichiara Roberti- verificata, allo stato, la compatibilità dello svolgimento dell'attività didattica con la situazione epidemiologica della nostra comunità, sentito i Presidi interessati, comunico che le scuole primarie di Termoli continueranno la propria attività in presenza. Resta inteso che ove si rendesse necessario modificare tale decisione assumero' senza indugio i provvedimenti consequenziali". 
 
Più articolato il post della sindaca Sabrina Lallitto.
 
Comunicazione ai genitori (scuole primarie e secondarie di primo grado) e ai concittadini:
 
" In seguito all'ORDINANZA del Presidente della Regione n 51 del 7.12. 20 sentita la Dirigente Scolastica e avendo piena contezza della assenza, ad oggi, di situazioni di rischio di contagio, si ritiene che la nostra scuola primaria possa continuare le lezioni in presenza.
 
A pochi giorni dall'inizio delle vacanze, dove non sussistono particolari criticità o rischi di contagio (Casacalenda 1 solo caso positivo isolato da oltre un mese), chiudere i bambini in casa significa, a mio parere, dar loro colpe che non hanno, significa frustrare il lavoro degli insegnanti, significa costringere entrambi ad una fatica ulteriore - quella della didattica digitale - che coinvolge anche le famiglie.
 
Abbiamo rispettato le regole, stiamo provando con tutte le nostre forze a far superare loro un periodo molto complesso permettendogli di vivere un minimo di normalità.
Il tutto in un clima di piena collaborazione tra studenti, docenti, personale scolastico e genitori.
 
Non possiamo fare un passo indietro, costringendoli a un mese in casa. 
 
Per quanto riguarda le scuole medie, l'ordinanza prevede il passaggio alla DDI obbligatoria, ma tra colleghi e dirigenti, chiederemo anche sulla scuola media una deroga al provvedimento.
 
Resta inteso che, qualora la situazione epidemiologica dovesse cambiare, qualora si dovesse presentare un maggiore rischio di contagio, non esiterò a chiuderle con effetto immediato, così come è stato sino ad ora. 
 
Questa decisione è stata maturata anche nel confronto tra Sindaci che convengono sulla stessa linea.
 
Spero che i genitori comprendano questa scelta".
 
Ad ogni modo io resto disponibile al confronto, sempre... Molto meno alle chiacchiere da bar fatte in mia assenza che dimostrano solo mancanza di rispetto e, soprattutto, di collaborazione. 
 
Per tutte le altre disposizioni previste dall'ordinanza, vi faccio un riepilogo in un altro post dedicato.

Scuole in presenza anche a San Giuliano di Puglia. 
 
❗Alla luce dell'ordinanza n. 51 del 7/12/2020 del Presidente della Regione Molise, verificata la compatibilità dello svolgimento dell'attività didattica con la situazione epidemiologica della nostra comunità che in questo momento risulta essere a contagi zero, sentita la Preside del nostro Istituto, comunico che la scuola primaria di San Giuliano di Puglia continuerà la propria attività in presenza.
 
In questo periodo così delicato i nostri bambini hanno diritto a un po' di normalità, che in una piccola comunità come la nostra, si può trovare in tutta sicurezza all'interno della scuola piuttosto che in giro per le strade!
Collaboriamo!

Stessa decisione anche a San Giacomo degli Schiavoni. Lo annuncia il sindaco La Porta.

Alla luce dell'ordinanza emessa in data odierna dal Presidente della Regione Molise, verificata, allo stato, la compatibilità dello svolgimento dell'attività didattica con la situazione epidemiologica della nostra comunità,  comunico che la scuola primaria di San Giacomo degli Schiavoni continuerà in presenza. Resta inteso che ove si rendesse necessario modificare tale decisione assumero' senza indugio i provvedimenti consequenziali.

Scuole aperte anche a Vinchiaturo.
 
���� CHIUSURA DELLE SCUOLE -  AVVISO 
 
Il Presidente della Giunta Regionale del Molise ha inteso emanare un'ordinanza (n.51 del 7.12.2020) di chiusura delle scuole primarie (elementari) e secondarie di primo grado (medie), su tutto il territorio regionale dal 9 dicembre 2020 al  6 gennaio 2021, autorizzando la didattica a distanza. 
 
L'ordinanza prevede la facoltà per i sindaci di derogare alla disposta chiusura, ma  solo relativamente alle scuole primarie dei propri comuni.
 
Pertanto, si avvisano i cittadini che, ai sensi dell'art. 1 comma 3 della summenzionata ordinanza, valutato l'andamento della situazione epidemiologica sul territorio di Vinchiaturo e  viste le modalità di organizzazione del servizio scuolabus, 
✔️ RESTA AL MOMENTO CONSENTITO LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DIDATTICA IN PRESENZA presso la Scuola primaria di Vinchiaturo, salvo eventuali provvedimenti restrittivi in caso di un mutamento della situazione epidemiologica.  
 
Anche in considerazione dell'impegno e del lavoro svolto da Amministrazione Comunale, Dirigenza Scolastica, Corpo Docente, Collaboratori Scolastici e Genitori, dispiace enormemente che il Presidente della Regione Molise abbia deciso di sospendere l'attività didattica in presenza della scuola secondaria di primo grado (scuole medie) senza concedere ai Sindaci la possibilità di fare una valutazione oggettiva della necessità di tale sospensione negli istituti del proprio comune e togliendo loro il potere di disporre la sospensione dell'attività didattica nei casi di necessità e contigibile  urgenza.
Ciò anche in considerazione che ormai mancano solo 2 settimane alle vacanze natalizie e che la frequenza in presenza  della scuola media non comporta particolari pericoli di contagio.