Gemellaggio tra i centri studi di Agnone e Guardialfiera: il fine è un parco letterario sulle tracce di Francesco Jovine

Un protocollo d'intesa sulla scia della cultura del grande Francesco Jovine. E' il senso del gemellaggio sancito questa mattina tra i centri studi Gamberale di Agnone e Molise 2000 di Guardialfiera. La firma è avvenuta nella sede dell'Assessorato regionale di via Milano. Il titolare, Vincenzo Cotugno, è intervenuto al telefono del presidente dei Borghi d'Eccellenza Maurizio Varriano perchè impegnato per questioni istituzionali romane. 

Il testo è stato firmato dalla presidente di Agnone Ida Cimmino e da quello di Guardialfiera Giovanni Di Risio. Erano presenti per Agnone anche la componente Marcella Amicone, il vicesindaco Giovanni Di Nucci e la consigliera comunale Michela Cerbaso insieme al professor Francesco Paolo Tanzj.  Per Guardialfiera il sindaco Vincenzo Tozzi. Ha partecipato anche il primo cittadino di Guardiaregia Fabio Iuliano. 

Questo incontro sarà propedeutico alla nascita del parco letterario intitolato proprio al grande scrittore molisano. Che come ricordano i presidenti dei centri studi " spesso non è conosciuto nemmeno nelle scuole molisane" mentre è molto decantato in Europa e in America.