Eccidio Fornelli: Papa, difficile risarcimento da Germania

 "Sono stati molti gli scogli superati, prima di arrivare alla sentenza, riguardanti la giurisdizione e la prescrizione che ho ritenuto di non applicare poiché si tratta di crimini di guerra e contro l'umanità", imprescrittibili. Lo ha detto all'ANSA il giudice Fabio Papa, che ha condannato la Germania a risarcire gli eredi delle vittime dell'Eccidio di Fornelli (Isernia).
    Per quanto riguarda le motivazioni del risarcimento, di oltre 10 mln di euro, per danni non patrimoniali, Papa ha spiegato che "tra i ricorrenti c'erano anche parenti diretti delle vittime che hanno assistito all'eccidio. Si è tenuto conto dello strazio dei loro congiunti. Esclusa la risarcibilità dei danni patrimoniali, la tematica era quella del danno morale e ho ritenuto che queste voci fossero da riconoscere con larghezza e la giusta proporzione poiché il danno è stato rilevante e duraturo nel tempo e trasmesso alle generazioni seguenti".
    Il passo successivo sarà l'esecuzione del pagamento da parte della Germania. "Adesso il mio compito è esaurito - dice ancora Papa - e si apre un'altra problematica. Ci sono state altre pronunce analoghe e conseguenti difficoltà nell'ottenere dalla Germania il risarcimento". (ANSA).