Università Termoli, gli studenti scrivono a Toma e Brunese: potenziare la sede

 "L'attuale emergenza sanitaria ha reso necessaria una nuova formazione in ambito turistico. Un potenziamento che, se messo in atto, potrebbe portare l'ateneo a identificarsi come centro di studi nazionali ed internazionali".

Lo ha sostenuto in una nota il neo Comitato Studentesco Universitari di Termoli, che in  una missiva inviata al Rettore Luca Brunese, ha chiesto il rafforzamento della sede adriatica dell'ateneo con i corsi attualmente presenti come Economia del Turismo e non solo.
    "Molti di noi non sono molisani e l'Unimol si è presentata come una soluzione accessibile - scrivono i ragazzi -. Ora, però,a causa della pandemia, tutto sta cambiando ed è necessario un potenziamento della sede che porterebbe l'Università a rispondere alle esigenze di un maggior numero di studenti. Lungo la costa adriatica la più nota facoltà si trova a Rimini, a 360 km da Termoli e l'altro corso di laurea affine è a Lecce. In un'industria "People intensive" come quella turistica, è necessario tener conto non solo dei bisogni dei turisti ma anche dei bisogni formativi di tutti i soggetti coinvolti".
    Il Comitato ha inviato una missiva anche al Presidente della Regione Molise Donato Toma.