Sanità, i partiti comunisti di opposizione: mercoledì davanti alla Regione, dimissioni per Toma e Florenzano

Dopo i vergognosi eventi delle ultime settimane, doveroso dare una risposta di piazza!

Il Coordinamento delle Sinistre di Opposizione (PCI, PCL, PMLI) invita le masse popolari a scendere in piazza a Campobasso, mercoledì 16 dicembre, per pretendere le dimissioni di Toma e sodali!


"Dimissioni subito! Toma, Florenzano, giunta di “centrodestra”, andate a casa! - si legge in una nota- Come comunisti e cittadini di questa regione, siamo disgustati da quanto continua ad accadere nel nostro territorio, sempre più umiliato dall’incapacità e dal malaffare dei nostri dirigenti borghesi, sempre più prossimi a dare il colpo di grazia al già martoriato sistema sanitario pubblico.

Dimissioni subito! Gli ultimi ignominiosi eventi di queste settimane sono intollerabili: pazienti sballottati da una struttura all’altra, un nuovo trasferimento notturno di persone anziane e fragili (il caso di Agnone non ha insegnato nulla?), i nuovi tagli al S. Timoteo di Termoli (vedi la fusione dei reparti di ortopedia e chirurgia), le circolari Asrem che impongo il più assoluto riserbo al personale medico e l’obbligo di non divulgare alcuna notizia su ciò che realmente sta accadendo nei nostri ospedali (DG Florenzano, perché tanta paura di dare parola a chi combatte in prima linea?), il fatto che nello “pseudo Hub” del Cardarelli lavorino solo cinque unità fra medici ed infermieri per gestire decine e decine di ricoverati, le perquisizioni dei Nas, ecc, ecc
   
Dimissioni subito! Persino la stampa nazionale, sempre restia ad occuparsi della nostra piccola regione, si è mossa per cercare di fare chiarezza su quanto di criminale sta avvenendo, ovvero sul giocare sulla salute e sulla vita delle persone per meri calcoli di potere ed interessi economici da tutelare!

Dimissioni subito! Con queste parole d’ordine, il Partito Comunista Italiano, il Partito Comunista dei Lavoratori e il Partito Marxista-Leninista Italiano invitano le masse popolari molisane a scendere in piazza, mercoledì 16 dicembre, alle ore 10:00, dinanzi la sede del consiglio regionale a Campobasso! Ancora una volta saremo fianco a fianco con la parte sana e combattente del Molise, con le forze sindacali e gli esponenti del mondo del lavoro e della società civile, stanchi di assistere impotenti a tale degrado!

Come sempre, invitiamo tutte le persone, a prescindere dal loro credo politico, sindacale o religioso, fatta salva la pregiudiziale antifascista, a fare fronte comune: fermiamo il disastro in corso, sbarazziamoci di questa giunta incompetente e criminale prima che faccia altri gravi ed irreparabili danni al nostro amato Molise".