Vaccini Covid-19, Fanelli: non dimentichiamoci dei piccoli comuni

Sul vaccino Covid interviene ancora una volta la consigliera regionale Micaela Fanelli. In un post su Facebook ci spiega come dovrebbero andare le cose. 
 
"Primo: il ritardo di Asrem per gli operatori sanitari. Lo abbiamo detto e ripetuto. Ora pare che dopo le nostre "denunce" l'Azienda sanitaria abbia compreso e si stia dando una mossa. 
 
Secondo: come funzionerà per i piccoli comuni del Molise la diffusione dei 10mila vaccini? Con il triste primato dell’RT più alto d’Italia e della promiscuità sconfessata Covid/non Covid, vedremo se ci saranno risposte la prossima settimana.
 
Torneremo a chiederne conto domani in occasione del Tavolo Covid in Consiglio regionale. In particolare, chiederemo di conoscere la strategia che si intende mettere in campo per i tanti piccoli centri del Molise.
 
Proprio in relazione a tale aspetto, raccolgo la proposta avanzata dal presidente dell'UNCEM - Unione nazionale dei Comuni, delle Comunità e degli Enti montani - Marco Bussone, relativa ai ‘camper primula per il vaccino’. 
 
Ovvero unità mobili per la somministrazione del vaccino Covid anche nei piccoli Comuni. Camper simbolo di rinascita e prevenzione per i borghi montani.
 
La nostra regione faccia propria un’idea e una strategia funzionale alle peculiarità del nostro territorio! 
 
Non crediamo a mondi nostalgici e non vogliamo solo simboli, ma operatività ed immediatezza di soluzioni per tutti i territori. Sarebbe il miglior modo di poter dare significato alla Giornata Internazionale della Montagna, celebrata lo scorso 11 dicembre. 
 
Toma, Florenzano, Giustini fate un regalo al territorio: stupiteci con una strategia di vaccinazione calata sulla nostra realtà!".