Morte Antonio Megalizzi, Primiani (M5S): "I giovani hanno bisogno di opportunità"

Esattamente due anni fa, il 14 dicembre 2018, moriva in un attentato terroristico Antonio Megalizzi: il giovane giornalista di Trieste ucciso a Strasburgo. E' quanto dichiara il consigliere regionale, Angelo Primiani: "Affinché i sogni del ventinovenne continuino a vivere attraverso le nuove generazioni, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanell, ha firmato il decreto che istituisce un fondo di un milione di euro dedicato alla memoria del reporter italiano. L’obiettivo del fondo è di promuovere servizi di formazione che consentano ad aspiranti giornalisti, tecnici e operatori dei nuovi media di essere introdotti nel mondo del lavoro. Parliamo di un provvedimento che, certamente, allevierà in parte la dilagante ‘fuga di cervelli’ nella nostra penisola. In tal senso, è emblematico quanto accaduto il 9 dicembre scorso con lo European Research Council (Consiglio Europeo della Ricerca), il quale ha assegnato le borse di studio per ricercatori a ben 47 progetti italiani, posizionandoci così al primo posto tra le 39 nazioni in lizza per i finanziamenti del Consolidator Grant. Il dato amaro, però, è che su 47 progetti italiani soltanto 17 verranno effettuati nel nostro Paese. Stringendo il campo d'azione in Molise, proprio lo stesso 9 dicembre l’intera Assise regionale ha approvato all’unanimità la nostra proposta di istituire borse di studio per studenti universitari e ricercatori in materie scientifiche, da finanziare grazie al patrocinio del Consiglio regionale. Ritengo opportuno attuare una seria programmazione strategica sulla formazione, con l'impegno di tutti i livelli istituzionali. Ecco perché rinnovo il mio appello al Governo Toma: non voltiamo le spalle ai nostri giovani, piuttosto garantiamogli un futuro che sia finalmente all'altezza dei loro obiettivi. Se vorranno viaggiare e lavorare fuori regione o all'estero, dovrà essere solo per loro scelta e curiosità, non più per stretta esigenza".