Intesa San Paolo: i clienti potranno prelevare fino a 250€ in 234 esercizi molisani

 Avviata la piena operatività di prodotti e servizi finanziari di  prossimità – come prelievi e bonifici – e dei principali servizi di pagamento sulla rete Mooney,  nata all’inizio di quest’anno e partecipata al 70% da Sisal Group e al 30% da Banca5 (gruppo  Intesa Sanpaolo). I clienti di Intesa Sanpaolo possono pagare e accedere ad alcune attività  transazionali di base in modo semplice, veloce e sicuro nei 45.000 esercizi che Mooney ha sul  territorio nazionale, una presenza capillare che arriva anche nei comuni e nelle frazioni più piccole  del nostro Paese.   Il servizio sarà gratuito fino al 30 giugno 2021.  
Questo, per utilità, il numero degli esercizi in regione e per provincia:

MOLISE 234  
CAMPOBASSO 160  
ISERNIA 74  


Gli oltre 12 milioni di clienti di Intesa Sanpaolo – in possesso di carte di debito del circuito  Maestro, MasterCard, Visa o Visa Electron – possono infatti prelevare denaro contante fino ad un  massimo di 250 euro giornalieri presso gli oltre 45.000 esercizi convenzionati.  Si ricorda che per effettuare il prelievo, oltre all’abituale utilizzo della carta di debito e del PIN,  all’intestatario della carta è richiesto di esibire la tessera sanitaria nazionale per consentire la  lettura elettronica del codice fiscale. Il servizio sarà gratuito fino al 30 giugno 2021Attraverso l’ampliamento di questo servizio su tutta la rete Mooney i clienti del Gruppo Intesa  Sanpaolo possono effettuare prelievi di contanti in un numero importante di esercizi aperti anche  in orari prolungati ma, soprattutto accedere in modo semplice, veloce e sicuro ad un’ampia  gamma di operazioni di pagamento - come bollette, carte prepagate, ricariche telefoniche - e  servizi come prelievi, bonifici e MAV.  L’elenco aggiornato degli esercizi convenzionati è disponibile su App e sito web di Mooney.  La rete Mooney, che sostituisce l’ex rete Banca5 e Sisalpay, potrà integrare quella delle filiali  Intesa Sanpaolo, in particolare in quelle aree del Paese dove la concentrazione della popolazione  è più bassa e, di conseguenza si ha una minore presenza di sportelli bancari e di Atm.