I volontari dichiarano guerra agli incivili: a Campomarino raccolti 50 sacchi di rifiuti


Ambiente Basso Molise e AISA hanno ripulito via Sereni e la pineta. Prossimo Clean saturday il 30 gennaio

L’obiettivo delle associazioni di volontariato di riportare la natura al suo splendore originario ha segnato un altro punto importante.
Durante l’ultimo Clean Saturday dell’anno, svoltosi a Campomarino, circa 15 operatori di Ambiente Basso Molise e AISA hanno riempito di rifiuti ben 50 sacchi da 120 litri ognuno, contribuendo così a ripulire via Sereni e la pineta di via Vanoni.
Dalle 9.30 sino a mezzogiorno le squadre di volontari, nel rigoroso rispetto delle normative anticontagio da coronavirus, hanno lavorato alacremente raccogliendo materiali di ogni genere, alcuni altamente inquinanti: plastica, rifiuti domestici, frigoriferi, computer e legno. Lungo una traversa di via Sereni è stata scoperta una vera e propria discarica a cielo aperto ed è qui che i volontari hanno dovuto utilizzare ben 12 sacchi di immondizia, rinvenendo pneumatici, lavandini, macchinette del caffè, vetro, carta e molti scarti edili.
La manifestazione, come annunciato, era a numero chiuso e i partecipanti hanno operato in completa sicurezza.
«È stata una mattinata intensa – il commento di Luigi Lucchese, presidente dell’associazione Ambiente Basso Molise -. Abbiamo voluto sgomberare subito quella discarica abusiva per evitare che le persone si sentissero autorizzate a gettare altri rifiuti. Durante ogni nostro ‘sabato pulito’ stiamo riscontrando che, pur di disfarsene, le persone gettano i rifiuti ovunque. Noi non ci fermeremo e combatteremo ancora questa inciviltà. Il mio ringraziamento va ai soci, dei quali molti nuovi, che si stanno impegnando tantissimo, al Comune di Campomarino e ad Italiangas per la collaborazione».
Prossimo Clean Saturday il 30 gennaio 2021.