Isernia, Izzo: il 23 dicembre arriva la pizza di Natale



"Senz’altro non sarà un Natale come tutti gli altri ma la nostra volontà di entrare in sintonia con gli amici meno fortunati non cede certamente il passo al Covid! E così, armati della nostra solita buona volontà, dopo la distribuzione casa per casa delle mascherine nella prima terribile ondata del virus, saremo ancora presenti nelle case di alcuni di voi per una piccola ma molto significativa donazione".

Lo dichiara in una nota Emilio Izzo per il comitato in seno al problema e cultura preistoris.

"Infatti - continua- grazie alla collaborazione della parrocchia del Sacro Cuore e, soprattutto degli amici Domenica ed Enzo della pizzeria “Napul’è” sita in corso Garibaldi ad Isernia, il giorno 23 p.v., porteremo nelle case di alcune famiglie, le più bisognose e numerose, 100 PIZZE che costituiranno il pranzo dell’antivigilia per loro! A noi la generosità fa bene al cuore e alla coscienza, specialmente a quest’ultima colpevole tante volte di egoismo e disattenzione verso quel mondo degli ultimi sentito ed avvertito così lontano. Per illustrare nei dettagli l’iniziativa, l’appuntamento con VOI tutti è per domani, 21 dicembre alle ore 11.00, sul sagrato della chiesa del Sacro Cuore dove, oltre gli attivisti del Comitato e di Preistoris, ci saranno i responsabili della Caritas della chiesa medesima, Padre Nazario, amato cappuccino responsabile della parrocchia e i generosi titolari della pizzeria Napul’è. Nella speranza di vedervi, auguriamo a tutti buon Natale e buone feste nonostante il terribile momento epidemico".