Truffa aggravata ed interruzione di servizio pubblico. Arrestato 62enne

I Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli (CB) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione misura cautelare agli arresti domiciliari, emessa il 21 dicembre 2020 dal Tribunale del Riesame di Campobasso a carico di un 62enne termolese, dipendente dell’Ospedale Civile di Termoli (CB).  Sul capo dell’uomo pendeva l’accusa di truffa aggravata, interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica utilità, in relazione alle fattispecie di reato di cui agli articoli 640 e 340 del Codice Penale.  L’odierno provvedimento scaturisce da un’attività d’indagine, svolta dal Comando Arma di Termoli (CB) sotto la costante direzione della Procura della Repubblica di Larino (CB), che aveva consentito di accertare che tra i mesi di febbraio e maggio di quest’anno, in numerose occasioni, l’uomo si era arbitrariamente assentato dal proprio luogo di lavoro attestando falsamente la propria presenza all’interno del locale nosocomio, falsificando altresì in più circostanze gli orari d’impiego al fine di percepire illecitamente prestazioni di servizio straordinarie ed indennità notturne.  Le investigazioni dei Carabinieri avevano consentito di acquisire a carico del 62enne numerosi elementi di prova che, pienamente condivisi dall’Autorità Giudiziaria, hanno portato all’emissione della citata ordinanza di applicazione misura cautelare.