Campobasso. Minaccia di uccidersi con un coltello, provvidenziale intervento della Polizia

Nei giorni scorsi gli Agenti della Polizia di Stato di Campobasso sono intervenuti  in una abitazione del centro storico del capoluogo a seguito di una chiamata pervenuta sulla linea di emergenza 113 che segnalava un uomo armato di coltello che minacciava di togliersi la vita. Gli uomini della Squadra Volante hanno da subito preso contattati con  la moglie dell’uomo  che ha riferito di  aver ricevuto messaggi audio e video da parte dello stesso  nei quali preannunciava l’intenzione di togliersi la vita. Gli operatori, pertanto, sono intervenuti immediatamente presso l’abitazione nella quale si trovava l’uomo e, una volta giunti all’interno, lo hanno rinvenuto in una delle camere dell’appartamento, nel pieno di una crisi di pianto, e alla vista dei poliziotti ha intimato loro di non avvicinarsi, brandendo un  coltello da cucina con una lama di circa 30 centimetri  e minacciando di tagliarsi  le vene. Gli Agenti hanno cercato in tutti i modi di dissuaderlo dal compiere il gesto, intraprendendo con l’uomo  un lungo dialogo nel corso del quale lo stesso ha raccontato dei problemi di carattere personale che lo avevano spinto a tentare il suicidio. Dopo aver instaurato un rapporto di empatia e fiducia con l’uomo,  l’equipaggio della Volante  è riuscito a  disarmarlo, affidandolo successivamente alle cure del personale medico del 118, presente sul posto.