Natale 2020, Gravina: siamo in un periodo particolare, rispettiamo le regole

Il messaggio d'auguri del sindaco di Campobasso per il Natale 2020
“Come gran parte di ciò che abbiamo vissuto in questo 2020, anche le festività natalizie si ritrovano ad assumere un carattere totalmente diverso da quello che con gioia, abitualmente, ci ha portato in passato a condividerne gli attimi e i momenti, in maniera estesa, con i nostri cari, le nostre amicizie e i nostri affetti.
La doverosa attenzione che dovremo porre nel seguire le indicazioni date per questi giorni dal Governo, al fine di contenere il più possibile il diffondersi di nuove ondate pandemiche su tutto il territorio nazionale, seppure non ci permetterà di incontrarci e ritrovarci secondo le abitudini, sono certo che non intaccherà lo spirito più profondo della tradizione, ovvero la voglia e il bisogno di sentirsi parte di un tutto più grande, di quella comunità di affetti e valori capace di trasmetterci fiducia nel presente come nel futuro, un futuro che possiamo continuare ad alimentare grazie all’operosità quotidiana dei tanti che, anche in questi giorni di festa, non interromperanno il loro lavoro, garantendoci protezioni e cure.
Mi riferisco a tutto il mondo professionale della sanità, da marzo in prima linea nelle attività di contrasto alla pandemia, ai rappresentanti di tutte le forze dell’ordine, alla protezione civile e ai vigili del fuoco, alle associazioni di volontariato. Si tratta di una folta schiera composta da persone che hanno un nome e un cognome, delle famiglie, e che hanno profuso ogni loro energia mettendosi a disposizione degli altri e del bene comune, per rendere più dignitoso anche il dolore che tanti hanno dovuto, loro malgrado, affrontare improvvisamente.
A queste persone, così come a coloro che da mesi si ritrovano a fare i conti con le complessità della situazione economica che si è generata in ogni settore produttivo e lavorativo, noi istituzioni, a tutti i livelli, abbiamo il dovere, innanzitutto, di garantire un ascolto costante e diretto, perché per affrontare percorsi di rilancio e di ripresa storici come quelli che ci attendono, bisogna porsi in ascolto di coloro che dobbiamo accompagnare e sostenere, ogni ente con le proprie competenze di settore.
Il Natale è sempre carico di buone intenzioni e ciò non è un male, anzi, è un modo per ravvivare la forza e la determinazione che nutriamo verso il futuro. L’impegno concreto che dobbiamo assumerci quest’anno è più che mai quello di non far sentire solo o abbandonato a se stesso e alla propria sorte il nostro prossimo, il nostro vicino, la persona che ci saluta per strada o quella che lavora accanto a noi. Quel contatto fisico al quale dobbiamo continuare a rinunciare, riversiamolo in una forma di considerazione diversa per le necessità piccole e grandi degli altri, perché in troppi hanno subito, in questi mesi, lutti che la nostra comunità cittadina non potrà dimenticare oppure hanno perso il loro lavoro. Situazioni di sofferenza che dobbiamo abbracciare, per sostenerci reciprocamente e progettare insieme la vita presente e futura della nostra città.
Auguri di buon Natale e buone feste a tutti i cittadini campobassani e molisani.”