Maltempo. Allerta arancione in Molise

Il Paese è investito fin da questa mattina da una importante ondata di maltempo che porta molte regioni sotto zero con pioggia, temporali e neve anche a bassa quota. La Protezione civile ha emanato alcune allerte,  modulate secondo la 'colorazione' stabilita da ciascuna regione, per avvertire di un sostanziale calo delle temperature, vento forte di burrasca, piogge e temporali con grandine e infine l'arrivo della neve anche a quote collinari. Allerta arancione per Emilia-Romagna e Puglia; gialla in Abruzzo, Friuli, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Toscana e Umbria. Preoccupano in particolare le nevicate  e le gelate, anche in Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino. 

Milano e la Lombardia si sono risvegliate, stamani, ricoperte da un denso strato di neve fresca. Le nevicate sono cominciate la scorsa notte e ora, a Milano, la coltre bianca si aggira tra i 5 e i 10 cm, con le strade principali spazzate ma molte altre, quelle secondarie, ancora innevate. La nevicata interessa tutta la regione, ad eccezione della pianura Sud orientale dove cade mista a pioggia. Il capoluogo lombardo, che da oggi torna all'allerta 'arancione', appare all'alba ancor più silenzioso, mentre la neve continua a scendere senza sosta. Secondo le previsioni però le precipitazioni dovrebbero terminare già nel pomeriggio e nei prossimi giorni sono previste giornate con cielo coperto o poco nuvoloso. "Dal pomeriggio di lunedì - precisa Arpa Lombardia - attenuazione ed esaurimento delle precipitazioni in pianura, deboli sui rilievi fino a martedì, quindi in esaurimento".

Il vento, assieme alla neve, è protagonista su tutta la Penisola: dalle prime ore di oggi e per le prossime 24 ore sono previsti venti molto forti con raffiche di burrasca su Liguria, Emilia Romagna (dove vige l'allerta rossa per il vento), sulle coste del Veneto e in Friuli, in Toscana e nelle Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, in estensione durante la giornata alla Campania e sul resto del Paese, isole comprese. Il problema più pressante riguarda le previste, abbondanti nevicate. 

In Trentino già da ieri sera ha iniziato a nevicare a quote molto basse, fino in val d'Adige dove sono attesi dai 15 ai 30 centimetri. In montagna invece sono previsti fino a 45 centimetri di neve con precipitazioni abbondanti concentrate in poche ore. La fase più intensa della perturbazione durerà 12 ore circa. Sono previsti anche venti forti e molto forti in montagna. La neve cade copiosa anche in Emilia Romagna e Friuli. E neve anche in Liguria dove Arpal ha fissato in arancione il grado di allerta. Sono passati solo 23 giorni da quando, era il 4 dicembre, una forte nevicata mandò in tilt le autostrade in Liguria, in particolar modo la A7 Milano-Genova tra Busalla e Genova Bolzaneto, e la A26 Genova-Gravellona Toce con tir fermi in coda e automobilisti bloccati per ore e ore, tanto da rendere necessario l'intervento della Protezione civile per coordinare e gestire le operazioni di soccorso.

(Skytg24)