Gam di Bojano: futuro appeso per 203 famiglie, attesa per la seconda cassa Covid

203 famiglie in bilico per la Gam di Bojano, una vertenza che sembra non dover finire. Una speranza di metter fine alla questione, oggi per i lavoratori termina la cassa integrazione e si aprono due strade, insieme ad un periodo di incertezza a cui sono ormai abituati. Hanno potuto beneficiare della cassa Covid messa a disposizione dal Governo, poi fino al 6 gennaio potranno usufruire dei giorni residui di cassa integrazione straordinaria, in attesa che venga rifinanziata la cassa Covid, che li sosterrebbe economicamente fino al 31 marzo. Un lento trascinarsi per altre 12 settimane; in caso contrario, come sottolineano i sindacati, dopo le feste potrebbero arrivare le lettere di licenziamento. Nell'aria la speranza che quest'anno venga rifinanziata l'area di crisi complessa, per avviare le opere necessarie alla ristrutturazione del macello matesino. I lavoratori chiedono, da tempo, di poter lavorare, dignità, quindi, senza elemosina, nodi che potrebbero essere sciolti in questi giorni con l'approvazione della legge di bilancio