Vinchiaturo, il sindaco Valente: sono un diritto non un favore

"In questi giorni anche presso il Comune di Vinchiaturo sono stati consegnati davvero un buon numero di " buoni spesa" in favore delle famiglie che si sono trovate in difficoltà a causa delle restrizioni dovute all'emergenza per il contrasto al virus COVID 19, che si aggiungono a quelli già consegnati in primavera".

Lo ha dichiarato il sindaco Luigi Valente che aggiunge: 

"Desidero innanzitutto ringraziare i dipendenti comunali; responsabili di area, impiegati e collaboratori per l'eccellente lavoro svolto nella redazione di atti e bandi, ma anche per la materiale consegna dei buoni spesa. Un lavoro svolto con impegno, senso di responsabilità e piena trasparenza.

In qualità di Sindaco, come è giusto che sia, non ho partecipato in alcun modo alla materiale consegna dei buoni spesa ai cittadini aventi diritto nè ho contezza dei nuclei familiari che hanno beneficiato di questo importante contributo, ma solo della regolarità e tempestività delle procedure messe in atto.
Ritengo, infatti, che chi si occupa di politica, quella seria, deve adoperarsi per trovare risorse e metterle a disposizione della cittadinanza in modo corretto e trasparente, non di elargire personalmente tali risorse.
Tutto ciò anche per tutelare la privacy e la dignità di coloro che ricevono il beneficio, ma anche per evitare di indurre i cittadini a considerarlo un " favore" con conseguenti deplorevoli implicazioni di tipo clientelare in vista di futuri impegni elettorali.
Nessuna personalizzazione di un diritto, nessun grazie e nessuna propaganda.

Personalmente la penso in questo modo, unitamente agli altri amministratori della mia maggioranza, credendo di aver assunto un comportamento corretto"