Vaccino. Ecco le somministrazioni nelle Regioni: Molise al penultimo posto

In Italia 470mila dosi Pfizer, piano vaccini entra nella 'Fase 1'. Archiviato il V-day, con quasi 10 mila vaccinati in tre giorni, il piano nazionale entra nella cosiddetta 'Fase 1', quella cioè che prevede la somministrazione delle dosi agli operatori sanitari e sociosanitari e a personale e ospiti delle residenze per anziani, una platea di circa 2 milioni di persone. Questa mattina sono arrivati in 10 aeroporti italiani gli aerei Dhl con le 469.950 dosi di vaccino Pfizer che, entro domani, raggiungeranno i 203 siti di somministrazione nelle varie regioni. Il Molise come si verde nella tabella, dopo la Sardegna, è la penultima Regione come approvvigionamento di dosi del vaccino della Pfizer con un valore di 1,7%.

In Molise le maggiori criticità, come scrive il Sole24ore, per la campagna vaccinale sono dovute alla carenza di personale sanitario e amministrativo da impiegare nelle operazioni di somministrazione. L’Asrem sta provvedendo all'organizzazione delle diverse equipe vaccinali, utilizzando personale medico e infermieristico volontario. È stato chiesto ai 136 sindaci di promuovere la ricerca di volontari amministrativi; analoga richiesta, ma per il personale sanitario, è stata fatta all'Ordine dei medici di Campobasso e di Isernia e al Collegio degli infermieri delle due province. Nei primi giorni di gennaio saranno operative anche le Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) di Agnone (Isernia) e di Riccia (Campobasso). I vaccini saranno stoccati in tre strutture a Campobasso, Termoli e Isernia, ma al momento sono state attivate solo le prime due.