Polemica frigo e vaccini, Molisanitá: da Izzo polemiche senza costrutto

Sono giorni ormai che sui social imperversa un’aspra polemica, accesa e portata avanti dal portavoce del  Comitato “In seno al problema” di Isernia, Emilio Izzo,  riguardo la decisione di stoccare i vaccini presso gli ospedali Cardarelli di Campobasso e San Timoteo di Termoli il quale, in modo totalmente gratuito ed offensivo, si è scagliato prevalentemente sulla città adriatica.
Inizialmente ci siamo limitati a leggere senza controbattere ma dopo l’ultima provocazione non possiamo più  fare a meno di tacere.
La dichiarazione incriminata è la seguente: “I frigoriferi per conservare i vaccini covid a meno 80, sono stati acquistati per Campobasso e Termoli! Il campanilismo sarei io?!Bastardi e vigliacchi siete, altro che cazzi!”
Ringraziando il signor Izzo per averci deliziato con queste espressioni affettuose, tra l'altro prive di un soggetto specifico e di conseguenza  lasciate a libera interpretazione per quanto riguarda i destinatari, ci teniamo a rendere noto che le informazioni che sta divulgando sono prive di fondamento, almeno allo stato attuale.
Non entriamo nel merito del nosocomio del capoluogo, di cui non abbiamo notizie certe, ma per quanto riguarda l’ospedale Basso Molisano possiamo dichiarare con ASSOLUTA CERTEZZA che i frigoriferi utilizzati all’interno del San Timoteo di Termoli per la conservazione de i vaccini covid, sono di proprietà del nostro ospedale da sempre poiché appartenenti al Centro Trasfusionale.
Siamo  al corrente dell’acquisto di altri apparati refrigeranti da parte della Regione ma da quanto è emerso fin ora, non si ha ancora nessuna certezza sulla loro destinazione e di sicuro, in questo momento non sono a Termoli.
A nostro avviso non è il periodo storico più appropriato per fomentare timori inutili nella popolazione, per  disseminare  astio tra le varie zone regionali (soprattutto dopo aver predicato con fervore unità), per          divulgare errate informazioni sui social(le quali vengono largamente condivise senza nessun tipo di approfondimento e/o verifica) e soprattutto per  offendere pubblicamente una parte della regione in maniera completamente gratuita solo per andare a colpire indirettamente terze persone.
La cosa che più ci fa rabbrividire è che  al signor Izzo interessi più avere un frigorifero e fare diventare Isernia centro di stoccaggio in quanto provincia piuttosto che l’effettiva somministrazione dei vaccini all’intera popolazione Molisana infatti non sembra che lo stesso fervore venga utilizzato per pretendere di sapere il perché ci sia tanto ritardo riguardo la somministrazione vaccinale.
Preso atto di ciò, preghiamo chi di dovere, di destinare uno dei nuovi frigoriferi  per lo stoccaggio dei vaccini al nosocomio isernino, sorvolando sulle altre gravi criticità esistenti. Speriamo, in questo modo, che cessino finalmente le polemiche e che ci si possa finalmente dedicare ad altre battaglie per tutelare  il bene comune piuttosto che portare avanti lotte palesemente personali.
Comitato MoliSaniTà L113
Cinzia Ferrante
Debora Staniscia
Alessandra Di Pasquale