Santopuoli (Malattie infettive): «In Molise mortalità più bassa della media nazionale.»

All’ospedale Cardarelli di Campobasso il grosso carico di pazienti nella divisione di malattie infettive si fa sentire. Attualmente sono 54 i pazienti ricoverati. Il dottore Donato Santopuoli, primario della divisione di Malattie Infettive, in una intervista rilasciata a Teleregione, si aspetta una ulteriore fase critica per almeno tre settimane. Invita poi tutti a superare le paure legate alla vaccinazione e a proteggersi dal virus.

«Il numero dei dimessi equivale al numero dei ricoveri. – ha affermato Santopuoli –  Riusciamo a mantenere i posti letto che ci servono per stare tranquilli. La mortalità in Molise è più bassa della media nazionale. I pazienti arrivano in ospedale quando sono gravi, non esiste più ciò che accadeva a marzo e aprile quando arrivava gente con sindromi influenzali e pauci sintomatici. Arrivano malati con gravi insufficienze respiratorie. Noi siamo un reparto di sub terapia intensiva e per alcuni aspetti anche intensiva. Tutti i pazienti che dovevano andare in terapia intensiva – ha evidenziato ancora il primario – ci sono andati. Non ci sono state discriminazioni. Ci aspetta un prolungamento della seconda ondata che non è mai finita.»