Violenza sulla spiaggia, arrestato 38enne: era recidivo, episodio precedente a Campobasso

Si trova recluso in carcere a Vasto in attesa di interrogatorio di garanzia il 38enne nigeriano arrestato dai carabinieri di Termoli. L'accusa è gravissima: tentata violenza sessuale. Ma quello che è emerso dalle indagini dei militari, guidati dal Tenente Colonnello Alessandro Mennilli, fa emergere una realtà ben più dura: l'uomo infatti era recidivo e aveva già tentato di violentare una donna a Campobasso nel 2018. 

I dettagli sono stati resi noti in una conferenza stampa organizzata nella sede della scuola allievi carabinieri del Molise. Che con dovizia di particolari ha raccontato quanto accaduto una settimana fa sul lungomare di Termoli. La donna, dopo aver lottato ed essere stata ferita alla gola dal 38enne è riuscita a convincere l'uomo a non  portare a compimento la congiunzione carnale violenta. Una volta libera ha chiesto aiuto ma non tutti sono stati disponibili nei suoi confronti. Fino a quando non ha incontrato un'auto con a bordo 3 ragazzi che, insieme a un carabinieri la hanno aiutata. Il presunto colpevole è stato successivamente rintracciato alle 3 di notte nei pressi di un tugurio del ristorante Guido.   Una cattura non facile per la forza fisica del 38enne. 

Si tratta della  stessa persona che nel 2018, lungo via Matris a Campobasso, aveva tentato di violentare un'altra donna. Per il 38enne, raggiunto da una ordinanza di custodia cautelare in carcere, l’accusa è di violenza sessuale, rapina e tentato omicidio. La violenza sulle donne per le strade esiste purtroppo anche in Molise. Tentare di negarlo sarebbe come nascondere il sole con un dito. Sono quindi temi da inserire nell'agenda politica e non fermarsi solamente agli episodi che avvengono all'interno delle mura domestiche.

Redcro